| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 102° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)

Altro che ministri: SUPER MINISTRI! MAGHI! SENSITIVI! GENI!


Che altro si può dire dopo che il geniale Bobo Maroni esterna questa frase
degna di un Einstein: "Si tratta di professionisti del terrorismo e lo prova
il fatto che l'ordigno non era rudimentale, ma creato per uccidere. Attacco
alla Lega perché è il partito che contiene la spinta più forte al
cambiamento istituzionale. E qui vedo un collegamento con la sinistra. [..]
Non lo dico su una base oggettiva ma di sensazioni, credo ci sia un
collegamento da ricercare negli ambienti eversivi che abbiamo visto
all'opera negli ultimi tempi". Stiamo parlando del vile attacco alla sede
leghista di Vigonza, e la polizia che conduce le indagini esclude, al
momento, che vi sia un collegamento con l'attentato al Tribunale di Venezia,
anche perchè 2 gruppi (un'estrema sinistra ed un'estrema destra) lo hanno
rivendicato!
Sempre a proposito di geni al governo: un ministro della Repubblica (Pietro
Lunardi) afferma pubblicamente che "con mafia e camorra bisogna convivere e
i problemi di criminalità ognuno li risolva come vuole" e a Palermo esplode
la rivolta di familiari delle vittime e magistrati, che, non essendo per
l'appunto geni, non capiscono neppure quando corregge il tiro: "[...] non è
onesto illudere i cittadini sulla possibilità di sanare dall'oggi al domani
questi mali profondi della nostra società"! Piccolo errore del nostro
ministro, in quanto uno dei cavalli di battaglia del Libertador era "Città
più sicure", perchè sembra che fosse stata pianificata la sconfitta della
mafia per il 23 luglio 2003 alle 17:12 circa. Ed adesso leninisti (Violante:
"Un ministro che dice queste cose non può restare al suo posto. Non era mai
accaduto che si lasciasse intendere un patto così esplicito tra potere
politico e mafia") e toghe rosse (ad Ingroia le affermazioni di Lunardi
sembrano messaggi rassicuranti per i boss latitanti ed in carcere: "[...] mi
auguro che questa dichiarazione non esprima il punto di vista del governo e
mi chiedo cosa potranno pensare di queste affermazioni i boss mafiosi ancora
latitanti, gli uomini delle forze dell'ordine impegnati sul fronte antimafia
ed i familiari delle vittime delle mafia"; il presidente dell'Anm di Palermo
Massimo Russo dice: " Se queste parole sono state dette, vanificano in un
attimo il sacrificio dei tanti servitori dello Stato che sono morti per
affermare la legalità nel nostro Paese e non vorrei che queste parole
venissero intese da qualcuno come la riproposizione del famoso "tavolino"
attorno al quale, fino a qualche tempo fa e forse anche adesso, politici,
mafiosi e imprenditori si spartivano finanziamenti pubblici e appalti") impazzano.
Basta con i piagnistei! E' ora che tutta questa gente lasci lavorare la Cosa
delle Nostre Libertà!
Ancora: Maroni contro Marzano! "No ai licenziamenti liberi"! Il responsabile
del Welfare bacchetta anche Brambilla: di pensioni non si parla prima della
verifica. "Fermi tutti, le competenze su pensioni, lavoro e articolo 18 sono
mie, per cui grazie per le vostre proposte, ma chi decide sono io". Forte
della presa di posizione del suo segretario, il Nobile Nordista Umberto
Bossi, che a Manerbio ha escluso qualunque ipotesi di taglio delle pensioni
e di liberalizzazione dei licenziamenti, l'eroico ministro Roberto Maroni
alza la voce e dà un taglio al dibattito che più che caotico era addirittura
frenetico. Salvo poi, vedendo quanto stanno "spingendo" tutte le testate più
o meno nel coro del Polo e della Confindustria, che il dibattito non si
spegnerà così facilmente, ed anzi è prevedibile che il Libertador, con tutte
le sue promesse non rimangiabili a D'Amato, poco per volta, da grande genio
della strategia qual è, riporterà il dispettoso Bobo a più miti consigli.

Stay hard!    &REA

P.S.(... si, lo so che sono stato prolisso, che era un po' che non mi facevo
sentire, che abbiamo superato i fatidici 100 giorni DLI ma... il governo,
che il Libertador aveva promesso a tempo di record -aveva già in tasca, a
Suo dire, l'elenco dei nomi al tempo delle elezioni!-, ha avuto, in realtà,
una gestazione di 40-50 giorni, e quindi la festa dei "primi 100 giorni"
avverrà molto più avanti: è per questo che il governo ha risolto solo il 10%
di quello che aveva promesso nel periodo suddetto! Praticamente ha dato solo
il colpo di spugna sul falso in bilancio ed ha privato di una serie di
agevolazioni fiscali le cooperative "non mutualistiche": mi sembra ottimo,
come risultato!)
P.P.S.(altra importante scadenza: ottobre per la "guerra di Segrate"! Do you
remember?)

 


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|