| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 258° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Il Libertador giura sulla qualità dei risultati del Nuovo e Radioso Governo


Il Libertador giura sulla qualità dei risultati del Nuovo e Radioso Governo:
"Su 100 provvedimenti varati dal Consiglio dei ministri, 44 sono già
diventati legge. Gli italiani hanno capito.
Lo dicono anche i sondaggi:
più del 65 per cento
(ndr: ricordiamo che DataMedia è proprietà del Libertador)
manifesta apprezzamento per il presidente del Consiglio".
Legge sulle rogatorie, sul falso in bilancio, sulla tassa sulla successione, eccetera: a
tempo di record!
Ad esempio, quella sul falso in bilancio bastava approvarla
entro il 3 ottobre 2002: è stata approvata a gennaio, prima di terminare i
processi Lentini, All-Iberian 2, bilancio Fininvest 90-96!
Ripeto quanto detto ieri del Libertador alla Camera:
"Se non avessimo avuto una maggioranza come questa,
non avremmo potuto battere alcuni record, noi al governo".
E' da un po' che, come atleti, pecchiamo nei tuffi e nel salto
triplo: attendiamo con ansia un suo "interim" in materia.
La grande manager Moratti vuole evitare una imbarazzante seconda bocciatura
(la prima è stata in sede del Consiglio dei Ministri un paio di giorni fa),
stavolta definitiva, e quindi corregge parzialmente il tiro in merito alla
legge sulla scuola:

- primo: non più un disegno di legge
(sarebbe stato un successo completo per un grande ministro),
ma una legge delega.
- secondo: al Parlamento sarebbe poi affidato il compito di fissare i
parametri per riorganizzare la scuola
(l'applicazione rimarrebbe, ovviamente, al Nuovo e Radioso Governo,
in qualità di esecutivo).
- terzo: invenzione di escamotage per superare le obiezioni della super
soubrette Tremonti (copertura finanziaria), del Nobile Nordista (gestione
federalista dell'istruzione: vogliamo studiare la storia della Signoria di
Milano, mica gli antichi romani!)  e centristi (inserimento precoce nella
scuola dell'infanzia e - quindi - primaria, che porterebbe via un motivo di
preferenza nei confronti della scuola privata, generalmente gestita da
religiosi).


La grande manager pretende di non perdere ulteriore tempo con le
discussioni, che portano via tempo e non producono ricchezza, e vuole
risposte al prossimo Consiglio dei Ministri o, al massimo, a quello
successivo.
Il pio Rocco (Buttiglione) e i suoi fardelli hanno risposto:
"Ci stiamo riflettendo"! In effetti, ognuno degli oppositori interni della legge si è
posto di fronte ad un altro, tenendo in mano uno specchio.
Lasciamoli lavorare!
Stay!
&rea


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|