| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 259° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Ahia, beccati! Ed ora?
Qui neppure l'autorizzazione a procedere ci può salvare!


Luigi Odasso ha intascato 370 milioni di tangenti da sette imprenditori.
Ma chi è? E' l'ex manager delle Molinette, il più grande ospedale del
Piemonte, ed ha confessato al gip Fabrizia Pironti: "Signor giudice, con i
soldi delle "mazzette", ho speso 160 milioni per acquistare 1600 tessere di
Forza Italia, ho regalato a Enzo Ghigo, a Natale, un orologio costato 9
milioni e mezzo, ho finanziato con 8 milioni la campagna elettorale di
Alleanza Nazionale e, alle ultime regionali, ho pagato dieci milioni un
cocktail elettorale per il partito di Berlusconi. [...] Sì, è vero
effettivamente ho intascato tutti quei soldi (ndr: i 370 milioni). Erano il
50 per cento delle dazioni che dividevo con Aldo Rosso, capo dell'ufficio
tecnico. [...] "In un caso ho accettato i soldi per non effettuare i
controlli sui lavori. [...] Volevo fare carriera politica, il posto da
direttore generale delle Molinette mi aveva stancato. Volevo crescere. E
così ho cercato di avere un "pacchetto" di voti a Forza Italia,
acquistandone 800 all'anno fra il '99 e il 2000. Ho speso 70 milioni
all'anno in regalini per Natale e Pasqua a tutte le persone influenti della
società. Ho fatto un regalo a Ghigo, contribuito alla campagna del partito
di Berlusconi pagando il conto di 10 milioni di un cocktail elettorale e
versando alla federazione di Alleanza Nazionale 8 milioni. Pagavo tutto da
una cassa unica nella quale c'erano stipendio e "mazzette".
Agostino Ghiglia (http://www.ghiglia.com/frames/mipres.htm), deputato di An:
"Sapevo del finanziamento di Odasso al nostro partito. Si tratta di 8
milioni regolarmente fatturati. Devo aggiungere che mi era parso un
contributo di modesta entità". Si, insomma, cosa volete, in mezzo a
"contributi" notevolmente più grossi...
Enzo Ghigo
(>http://www.regioni.it/presidenti/I%20COMPONENTI%20CONFERENZA/conferenzapresidenti/ghigo.html <),

forzitaliota, presidente della giunta regionale (nonchè
dell'assemblea dei presidenti delle regioni italiane), è rimasto debitamente
in silenzio, forse aspettando uno spartito... Allora sentirete che musica!
Ed adesso? Il Libertador stava anche cercando di ammorbidire i toni sulla
Giustizia, facendo passare, ad esempio, un'"autorizzazione a procedere" con
sospensiva (tanto Lui rimarrà in carica anche dopo la morte!) finchè durava
l'impegno politico dell'imputato ('suplicatorio', in Spagna), in cambio del
"termine" (magari con Suo interim) "per motivi personali" dell'avventura del
Gran Marmittaro. Dopo il "NO" del Nobile Nordista, che ha minacciato (come
osa?) un "ribaltone" (... mai successo prima! che scandalo!), il Libertador
ha rapidamente ed energicamente smentito quello che stava facendo, come
riportato dall'ANSA: "Smentita 'categoricamente' ogni ipotesi di rimpasto,
Berlusconi ha negato che esista un 'patto segreto' sulla giustizia.".
Peccato che, contemporaneamente, dell'Utri parlasse di un patto, da svolgere
su un lungo tavolo "da Casini a Pera [...] . Possiamo chiamarlo il Tavolo
della Buona Volontà. È l'unica strada che abbiamo davanti a noi.". E' un
lungo tavolo, ed ognuno, a quel tavolo, troverà da mangiare. E da bere, in
onore del Libertador!
Stay!
&rea


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|