| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 260° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)


Oggi non ho preparato nulla, per deliziarvi, così riporterò (rapidamente e
pari pari) brani di articoli davvero notevoli, per farci una panoramica
sull'Italia che va (chissa dove va...).
Articolo originale preso da "Il giornale" del 17 gennaio 2002:


= *= ROMA - Un impegno personale e un regalo in denaro alle due giovani ex
schiave del sesso cha raccontavano le loro tragiche vicende. Si è concluso
così, stamattina, l'incontro privato tra Silvio Berlusconi e don Oreste
Benzi, nella residenza del premier a Palazzo Grazioli. Il sacerdote, da anni
impegnato nella lotta alla prostituzione, ha chiesto al presidente del
Consiglio un impegno preciso: un decreto legge per vietare la consumazione
di atti sessuali con le straniere che si prostituiscono (le vere vittime del
racket), sia sulla strada sia nei locali. Un provvedimento che renderebbe
punibili anche i clienti.E, per mostrare le drammatiche condizioni di vita
delle extracomunitarie ridotte in schiavitù, il prete ha portato al
colloquio due donne: una ventenne bulgara e una minorenne albanese, rapite
entrambe, all'età di 14 anni, nei rispettivi Paesi. Il racconto delle loro
esperienze, secondo quanto raccontato da Don Benzi, ha commosso "fino al
pianto" Berlusconi, che, al termine dell'incontro, dopo aver ricordato di
avere figlie della stessa età, ha donato loro cinque milioni a testa: un
gesto che, secondo il sacerdote, si può interpretare come "un segno contro
la povertà di queste ragazze".Questo sul piano simbolico. Su quello
concreto, il premier si è mostrato possibilista sulle proposte di Don Benzi:
"Ora me ne occuperò io", ha assicurato.[...]Intanto, incurante delle
polemiche, don Benzi prosegue la sua battaglia per il varo del decreto
legge. "L'ho proposto tempo fa anche a Fini - ha detto - che non ne era
dispiaciuto. E domani incontrerò, alle 11, il ministro dell'Interno
Scajola".=*=
Quindi... solo marchette con sani interscambi di fluidi italici!
Preserviamoci da contatti impuri! Solo con pure prostitute nostrane!
Bobo, ieri: "Se si dice che la proposta sull'articolo 18 non è efficace per
l'emersione e non serve a far crescere le imprese perché ci sono altre
misure più efficaci, sono disposto a discutere e a effettuare modifiche. Se
mi si continua a dire, come fa Cofferati, che vogliamo licenziare tutti, non
è possibile discutere. Siamo pronti a modificare i termini per rendere più
efficaci le misure per la crescita dell'occupazione e per le imprese". Non
calarti le braghe, Bobo, sterminali tutti, come dice lo stratega della
Confindustria: i rossi non possono avere ragione!
Intervista di Giuseppe D'Avanzo all'onorevole ex vice del ministro degli
Interni - nonchè avvocato e professore - Carlo Taormina (in relazione alla
riforma della giustizia da lui preparata, e commentata da Giuseppe Gargani
come "importante e formidabile"), pubblicata su  Repubblica il 18 gennaio
2002 :
=*= [...] Bene, professore, vogliamo parlare della Grande Riforma? "Io
voglio prima parlare della prescrizione". Immagino che faccia parte della
Grande Riforma. "Ne fa parte, infatti. Però la correzione delle norme sulla
prescrizione che ho previsto consente di voltare finalmente pagina
seppellendo le polemiche di oggi e modernizzando il sistema giudiziario".
Qual è questa correzione? "È semplicissima. Per le contravvenzioni,
prescrizione a 3 anni. Per i delitti puniti con pena superiore ai cinque
anni, prescrizione a 5 anni. Il ragionevole periodo di 10 anni per tutti gli
altri delitti diversi da quelli imprescrittibili (omicidi, stragi, mafia,
terrorismo). Semplice, no?". Forse un po' troppo semplice. Con queste regole
il processo Sme (imputati Berlusconi e Previti), i processi Imi/Sir e Lodo
Mondadori (Previti imputato) muoiono. "Sì, saltano. Del resto, la
sospensione dei processi per i parlamentari, l'amnistia, l'indulto, cioè le
altre possibili ipotesi, sortirebbero lo stesso risultato complicando di
molto il sistema". Mi scusi, professore, ma chi ha detto che quei processi
debbano per forza essere annientati? "Lo dice la ragione. Non è possibile
che dopo 17 anni si discuta in un'aula di giustizia di primo grado di un
fatto che non si è verificato e per un affare dal quale lo Stato, molti anni
dopo, non ha tratto danno ma vantaggio. Lo dicono dunque la ragionevolezza e
la convenienza di molti". [...] Ma mi dica, professore. C'era una proposta
Pera. C'è il programma della Casa della Libertà. C'è un ministro di
Giustizia. Perché la Grande Riforma la scrive lei che non è nemmeno nel
governo? "Non deve chiederlo a me. Io ho soltanto risposto a un invito".
Professore, quali sono le innovazioni della sua proposta? "Il progetto di
riforma affronta tutti i capitoli dell'universo giudiziario. Il Csm.
L'ordinamento giudiziario. Il processo penale. Il codice penale". [...]
Professore, lei non è nel governo. Non crede che se Berlusconi affida a lei
l'incarico di preparare il testo della Grande Riforma, l'incarico sia
un'offesa e una sfiducia per il ministro di Giustizia Castelli? "Non lo so e
non mi importa". Ne ha parlato con Castelli? "No, ne ho parlato con Bossi e
Maroni". Ultima domanda, professore. Berlusconi le ha mai chiesto di fare il
Guardasigilli? "No, ma se me lo propone, ci penserò". =*=


Quello che mi colpisce è la prescrizione dopo 10 anni per tutti i delitti di
stragi, mafia, terrorismo e per gli omicidi. Ma vi rendete conto che ciò
rallenta la crescita economica? Perchè non prescrivere dopo soli 10 giorni i
delitti di mafia? Perchè costringere un sano imprenditore mafioso a
nascondersi per 10 anni alle Bahamas, prima di poter tornare a far fruttare
i suoi capitali illeciti, magari tornati dall'estero (grazie alla leggina
nata da poco)? Pensiamoci, fratelli forzitalioti!
Stay!
&rea

 


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|