| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 322°Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Consiglio dei Ministri, ieri: delitto Biagi.

Consiglio dei Ministri, ieri: delitto Biagi.
Scajola (sca-sca) ha spiegato che sull'assegnazione delle scorte decidono i
prefetti (mentre per i pm decide il governo, per i fenicotteri ci pensano i
sassi, per i folletti l'analisi spetta ai fiorellini, eccetera).
La Lega (N.N. e Bobo) si lamentano;
Bobo: "Ti ho scritto anche una lettera per chiederti ufficialmente di ridare la scorta a Biagi.
Non mi puoi venir a dire adesso che non ne sapevi niente".
Giovanardi, cuordileone: "Nemmeno io ho alcuna scorta".
Purgar RAI mi saziò: "Io nemmeno",
Antonio Marzano (un cognome, un futuro da santo, anche se continua ad avere
troppi capelli), il ministro delle Attività produttive: "Neppure io".
Riprende la parola Maroni (qui il marketing, invece, ci segnala che c'è
qualcosa da rivedere come cognome...): "E pensate che a me l'abbiano data?".
E qui, silenzio... di tomba: forse i tagli, decisi in questo senso dal Nuovo
e Radioso Governo, non sono stati proprio proprio opportuni. Comunque,
secondo me, questo è il momento buono: togliamo il resto delle scorte ai
magistrati...

Stay, &rea

P.S.(Biagi a Bobo, quattro giorni fa: "Non vorrei che foste costretti a
intitolarmi una sala, come a Massimo D'Antona.")



| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|