| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 416° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)

Il caldo fa cattivi effetti, anche a Pontida...
N.N. contro i Centristi del Governo: "Siamo qui a Pontida come una forza di
cambiamento che è al governo. La Lega rinasce ogni volta a Pontida perché
qui il terreno è fertile. Altri partiti devono pagare la gente per
radunarla, da noi il popolo viene spontaneamente. E oggi vi annuncio che
stiamo preparando la macchina che in autunno ci porterà a dilagare nelle
piazze di tutto il Paese a sostegno della devoluzione, della riforma della
Corte Costituzionale e a sostegno di quello che chiamerei i tre Parlamenti,
del Nord, del Centro e del Sud, ovvero il coordinamento delle Regioni che da
sempre perseguiamo. [...] Io non sono democristiano, ho la forza morale, e
ho un destro e un sinistro per battere chi vuol fare tornare indietro il
Paese. Se siamo qui è perché abbiamo bloccato la reazione centralista. E
nessuno si illuda di fare della Lega un feudo di qualche palazzo. Noi siamo
una forza della natura che ha abbattuto la partitocrazia e che oggi si
appresta a chiudere la partita storica del federalismo". (Follini,
presidente dell'Udc: "Le tre camere di cui parla Umberto Bossi non stanno nè
in cielo, nè in terra: non fanno parte nè della Costituzione presente, nè di
quella futura, e non sono nel patto politico che abbiamo stretto")
I leghisti contro FI: Una bandiera di FI stesa per terra, con un cartello a
fianco: "Zerbino delle libertà". "Dai, pulitevi i piedi!"
L'antirazzista Borghezio contro la nazionale di calcio: "Quell'inno di
Mameli così brutto, che porta anche un po' sfiga. L'hanno cantato una volta,
e la loro nazionale è affondata!" "Ci dicono che siamo razzisti? No, perchè
tifiamo per le squadre del terzo mondo. Come la Corea del Sud. Forza
Corea!". E non è un nuovo partito...
Bobo contro il bolscevico Cofferati :  "Ho portato avanti il progetto di
riforma del mercato del lavoro. Una riforma utile ai lavoratori e non ai
sindacati. Una riforma che aiuta chi non ha lavoro, che non tocca i diritti
dei lavoratori e che non taglia le pensioni di anzianità. Nel sindacato c'è
qualcuno che fa politica e ci combatte perché siamo al governo. Anche se
dicessimo tutto ciò che vuole, Cofferati troverebbe un'altra scusa per
contestare. [...] Non ci fanno paura le loro minacce, non ci fanno paura le
pallottole che ci mandano nelle buste".
Speriamo che siano le solite ragazzate dei nostri simpatici coinquilini...
(... il Libertador ha dovuto dire che "Le dichiarazioni di pochi ministri
non fanno testo. Il governo è composto da più di 70 persone tra ministri e
sottosegretari". <
http://www.ilportoritrovato.net/html/DLI328.html>)
= ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~
= ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~
Sull'ultimo punto sopra (quello di Bobo), ci sono i primi ripensamenti di
Cisl ed Uil.
Oltre all'articolo 18 (Pirani, segretario della Uil: "Se un'azienda ha 5
dipendenti a tempo indeterminato e 11 con contratto di formazione lavoro -
tutti protetti oggi dall'articolo 18 -, potrebbe non confermare 2 lavoratori
con contratto di formazione e poi assumere: a quel punto i lavoratori
perderebbero i loro diritti"), che tocca un grandissimo numero di italiani
(le aziende con meno di 10 dipendenti sono il 95,3%), c'è un'altra cosetta
(insignificante!) che turba i sindacalisti: la possibilità, da parte delle
aziende che "emergono", di pagare anche solo il 70% del minimo salariale...
Ma si sa, questi maledetti vorrebbero la luna! Già il padronato sta dando a
loro un così bel pacchetto...
= ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~
= ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~ = ~
Fra qualche tempo, chi passerà davanti alla sede della RAI, vedrà uno strano
spettacolo: Mentana, Costanzo e Marcello Veneziani, all'ultima puntata di
Sciuscià, avevano promesso che, se l'emittente nazionale avesse cancellato i
programmi di Biagi e Santoro, si sarebbero "incatenati ai cancelli di Viale
Mazzini"...
Perchè questo spettacolo?
Perchè Biagi, Santoro e Fazio (possessori di grossi share, in concorrenza
con Mediaset) sono stati esclusi dalla programmazione RAI. Ma, come fa
notare Curzi, "non certo perchè gliel'ha ordinato Berlusconi, si capisce.
Perchè hanno 'voglia di cambiare' in nome del 'largo ai giovani'". Il
Libertador da Siviglia ribadisce: "Via Biagi e Santoro? Una scelta
comprensibile. [...] Quando subentrano nuove gestioni si presentano anche
nuove linee editoriali, quindi ci saranno senz'altro programmi come quelli,
magari affidati a conduttori diversi". Attendiamo sempre Iva Zanicchi a reti
unificate... (vedi <
http://www.ilportoritrovato.net/html/DLI397.html>)

Stay, &rea

P.S.(Siti all'indice: <
http://www.arengario.net/piaz/piaz1513.html>!)



| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|