| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 417° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Il prode Lainati, Forza Italia, ieri

Il prode Lainati, Forza Italia, ieri: "I direttori delle reti e dei
telegiornali hanno piena autonomia. E' plateale il tentativo dell'Ulivo di
condizionarli".
Vediamo un po' la distribuzione della rete nazionale (ricordando
l'appartenenza di Mediaset...):
- Forza Italia alla guida di Raiuno (rete a Fabrizio del Noce e Tg1 a
Clemente Mimun),
- Raidue alla Lega (Antonio Marano), ma Tg2 a Mauro Mazza (An)
- Paolo Ruffini (Margherita) è il nuovo direttore di Raitre ed il Tg3 è
andato ad Antonio Di Bella, Ds, ma senza la grossissima struttura dei tg
regionali (Angela Buttiglione, Udc, sorella del pio)
- il Giornale Radio è di An, Bruno Socillo, che dirigerà anche il canale
delle news di Radiouno
- i programmi di Radiodue e Radiotre, accorpati, sono stati affidati a
Sergio Valzania, Udc.
Il ribelle Di Pietro: "Una forma leggera di regime quella che si realizza se
una maggioranza politica, in ragione dei voti conquistati, si sente
legittimata a fare il suo comodo". Ma, in risposta, il fermo Ronconi (Udc):
il vecchio governo bolscevico "ha perso le elezioni e pretende ancora di
dettare la linea editoriale a viale Mazzini. Almeno questa linea fosse
pluralista.". Ed ha ragione: finalmente non c'è più il bipolarismo
RAI/Mediaset. Adesso l'emittenza pubblica, pluralista, è di FI, dell'Udc, di
AN, della Lega, ecc... E non dimentichiamo che Mediaset non è del
Libertador! E' gestita da suoi carissimi amici e parenti, ma Lui non ci
mette più naso, neppure dalla Bulgaria!

Stay!
&rea



| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|