| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 543° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)

Il prode N.N. ci deliziava


Il prode N.N. ci deliziava con la festa della Padania a Mestre, questo fine
settimana, mentre, intempestivamente:
1) gli imprenditori del nordest presentavano un documento che avvertiva la
necessità di far entrare 20.000 stranieri all'anno per sostenere lo sviluppo
2) Fernando Prodomo, pubblico ministero di Firenze, proponeva una questione
di legittimità costituzionale (articoli 2, 3 e 27) della legge Fifi-N.N.
sull'immigrazione.

Sempre in materia giudiziaria, si attende anche la valutazione della Corte
di Giustizia europea (maledette toghe rosse, maledetta Europa impicciona,
maledetto processo SME) su alcuni aspetti della nuova normativa sul falso in
bilancio (depenalizzazione dello stesso ottenuta da una leggina varata dal
Nuovo e Radioso Governo):
1) la pena prevista nei casi in cui si procede d'ufficio è adeguata al
reato?
2) è rispondente alla direttiva europea in materia?

Non dimentichiamo, di questo denso week-end, neppure l'anniversario
(purtroppo ben 80 anni ci dividono da quei bei giorni) della marcia su Roma,
svoltosi a Predappio: fez, picchetti d'onore, teste rasate a zero, croci
celtiche, anfibi, messe in suffragio ed applausi a Romano, il figlio del
precedente Libertador.

Và pensiero, forza Etna e Giovinezza! Basta col giustizialismo, eia eia
alalà!

Stay proud, &rea

P.S.( Per quel terrorista di Prodromo, le norme della nuova legge - arresto
in flagranza del clandestino che, espulso, sia rientrato in Italia; arresto
in alcuni casi facoltativo, in altri obbligatorio, per reati
contravvenzionali puniti, al massimo, con un anno di arresto; processo con
rito direttissimo. - "appaiono in realtà finalizzate all'unico scopo di
consentire la nuova ed effettiva espulsione dello straniero dal territorio
italiano e pertanto appare del tutto incongruo ed irrazionale prevedere il
meccanismo repressivo sopra ricostruito, con tanto di sanzione penale,
quando l'obiettivo della espulsione si sarebbe potuto raggiungere anche solo
con misure di tipo amministrativo efficaci ed effettive"; inoltre
l'espulsione non dà, come frutto, la rieducazione del condannato, impedisce
di fatto l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione
politica, economica e sociale del Paese e quindi se n'impippa della
solidarietà politica, economica e sociale.)
P.P.S.(COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
<http://www.cortecostituzionale.it/font/font_m/cost_m/cost_it/cost_it.htm>
(Gazzetta Ufficiale 27 dicembre 1947, n. 298). *
[...]
Art. 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili
dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la
sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di
solidarietà politica, economica e sociale.
Art. 3. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti
alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione,
di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e
sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini,
impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva
partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica
e sociale del Paese.
[...]
Art. 27. La responsabilità penale è personale. L'imputato non è considerato
colpevole sino alla condanna definitiva. Le pene non possono consistere in
trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione
del condannato. Non è ammessa la pena di morte, se non nei casi previsti
dalle leggi militari di guerra.
[...])


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|