| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 60° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)

F.F. (Fratelli Forzitalioti!), torno a Voi (... a Noi!, come diceva quel
Grande) con qualche nuova inviatami dai miei "lettori".



Prima di tutto vi riporto in allegato (è troppo succosa per poterla
tagliare) la novella "Il Libertador va a Goteborg" (fratelli Grimm
insegnano), dalla quale traggo la frase «Il mio obiettivo è sbarazzare
l'Italia dal comunismo»; il nostro Condottiero ci fa delle promesse
tropppo limitate: e Cuba? e la Russia? e l'Universo?


Una Vetero_marxista invece mi invia:
"E perchè, il grande colpo di genio del Ministro degli Interni di
consultare Manu Chao in merito alle misure di sicurezza anti manifestanti?
(giuro, l'ho sentita al TG3). Fortunatamente Manu Chao è abbastanza dritto
da averlo mandato a ramengo, anche con un'espressione fra lo schifato e
l'ironico, secondo me. Alla mostra sul fumetto d'autore chi vorranno
consultare, Topolino? :)"


MI consenta! Non è possibile che si convochi Mickey Mouse? E' un sano
Americano e non si è mai espresso in termini filo-bolscevici!

Ed ora commentiamo il piacevole show di prima serata della nostra
Super-Soubrette Tremonti.
Spieghiamo un attimo le cifre: 19 mila miliardi erano la somma indicata in
un primo momento dall'ex-governo leninista come obiettivo di deficit per
l'anno 2001. Per deficit in questo caso si intende l'indebitamento della
pubblica amministrazione. In conseguenza del rallentamento dell'economia
mondiale, in tutta Europa si ritiene che i deficit pubblici degli stati
membri della Ue siano destinati a salire. Per l'Italia la cifra indicata è
nell'ordine dei 25 mila miliardi, che rappresenta la previsione. In realtà
dunque il cosiddetto "buco" nei conti pubblici dovrebbe essere di almeno
20 mila miliardi, cioè il risultato della differenza tra i 45 mila
miliardi indicati da Tremonti e i 25 mila miliardi concordati in sede Ue.
Il colpo di grancassa si è avuto con la spiegazione fornita da Tremonti:
"le uscite di cassa sono salite nell'ultimo anno, anno e mezzo in modo
esplosivo: siamo arrivati a un fabbisogno di 90 mila miliardi". E' stato
un grande, con tanto di colori, grafici, tabulati, eccetera (ed, insisto,
in prima serata! TG1! i media sono nostri, F.F.!): tutti sappiamo che
basta spostare qualcosina qui, qualcosina li, di un bilancio per passare
da guadagno a perdita e viceversa, ma quello che ha fatto Lui per salvarsi
la sedia (ricordiamo la visita a Prodi di qualche giorno fa: "o risistemo
i conti o me ne vado") sono stati davvero fuochi d'artificio! Peccato che
quei maledetti rossi dei sindacalisti abbiano annusato la fregatura:
stiamo avvicinandoci a quanto promesso dal Libertador al grande Stratega
della Confindustria D'Amato.
"E' un fatto grave - si lamenta il comunista Sergio Cofferati - perché in
un solo colpo viene buttato a mare il metodo della concertazione". Alla
protesta si sono uniti subito dopo anche Cisl e Uil (ma come, questi
ultimi non erano passati tra le nostre fila?). I maledetti sindacati non
sembrano dare molto peso alle motivazioni addotte dall'eroico Tremonti
sulla "necessità" di dare l'annuncio in televisione. Né alle scuse
presentate dallo stesso ministro dopo che le agenzie di stampa avevano
iniziato a diffondere i commenti risentiti della triade Cofferati,
Angeletti e Pezzotta. Questo insegnerà al Buon Tremonti che non vale la
pena di scusarsi col popolaccio: ubi maior!

STAY!
 
&REA


Il Libertador va a Goteborg


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|