| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 621° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Financial Times

Financial Times: "Emilio Gnutti, a near-billionaire whose investment
partners include Silvio Berlusconi, Italian prime minister, is weighing a
plan to buy into Fiat and help finance a turnround in the carmaking and
industrial company.[...] Mr Berlusconi has had increasingly close ties with
Mr Gnutti since the media tycoon became prime minister 19 months ago. Mr
Berlusconi's Fininvest media holding company acquired its stake in Hopa in
October. In December Hopa became the third largest investor in a holding
company that controls Telecom Italia. An investment by Hopa in Fiat is
raising new fears that Mr Berlusconi is seeking influence at Corriere della
Sera, Italy's largest newspaper, which is partly controlled by the Agnelli family.",
lo leggete in
<http://news.ft.com/servlet/ContentServer?pagename=FT.com/StoryFT/FullStory&c=StoryFT&cid=1039524480276&p=1012571727310>


riassumendo significa che anche il Corriere della Sera rientrerà nella sfera d'influenza del
Libertador quando il suo cavallo di razza Gnutti entrerà in Fiat.
E, prima o poi, toccherà al gruppo Espresso... Finalmente terminerà il conflitto
d'interessi: nessun conflitto, solo interessi!

Regali di Natale:
1) Il 24 dicembre, nella Finanziaria, si è deciso che il prezzo dei cd
vergini cresca di circa il 50 per cento del valore attuale per tasse. Questo
è il fortissimo deterrente previsto dal Nuovo e Radioso Governo contro le
copie pirata dei CD software o musicali (da circa 50 centesimi di euro si
passa a circa 75 centesimi di euro per copia). Vedrete che, purtroppo, alla
fine si adegueranno anche le case musicali, ed un CD che costa 17 euro ne
costerà 20.. Se ne approfittano sempre della bontà del Libertador, ecco!
2) Dalla Gazzetta Ufficiale del 13 Dicembre 2002 - Serie generale - n° 292:
"IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
  Vista  la  legge  23  agosto  1988,  n.  400,  recante: "Disciplina
dell'attivita'   di   Governo  e  ordinamento  della  Presidenza  del
Consiglio dei Ministri;
  Vista  la  legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni,
recante   la  "Disciplina  delle  imprese  e  delle  provvidenze  per
l'editoria";
  Vista  la  legge  7  marzo  2001,  n.  62,  recante:  "Nuove  norme
sull'editoria  ed  i  prodotti  editoriali  e  modifiche alla legge 5 agosto
1981, n. 416";
  Considerato  che le competenze in materia di editoria libraria sono
suddivise tra diverse amministrazioni;
  Valutata  la  necessita' di istituire un Comitato interministeriale
per   l'esame   congiunto  delle  principali  problematiche  inerenti
l'editoria  libraria,  al  fine  di consentire di attuare le relative
politiche in maniera coordinata;
                              Decreta:
                               Art. 1.
                        Comitato per il libro
  1. Presso  la Presidenza del Consiglio dei Ministri e' istituito il
Comitato per il libro, di seguito denominato Comitato.
  2. Il  Comitato  di cui al comma 1 procede all'esame congiunto delle
principali problematiche attinenti il settore dell'editoria libraria,
attualmente   suddivise  tra  diverse  amministrazioni,  in  modo  di
favorire  un  organico  sviluppo  del settore. A tal fine il Comitato
acquisisce,   anche   attraverso   specifiche   audizioni,  tutte  le
necessarie  informazioni  da  operatori  ed  esperti  qualificati del
settore,  nonche'  dalle  parti  sociali  e  dalle  organizzazioni di
categoria.
  3. I  membri  del  Comitato sono vincolati a mantenere riservate le
informazioni acquisite e a non utilizzarle per fini estranei a quelli propri
della loro attivita' istituzionale.
                               Art. 2.
                            Composizione
  1. Il  Comitato  di cui al comma 1 e' presieduto dal Presidente del
Consiglio  dei  Ministri o, in sua vece, dal Sottosegretario di Stato con
delega per l'informazione, la comunicazione, e l'editoria.
  2. Del Comitato fanno parte:
    a) un  Sottosegretario  del  Ministero  per i beni e le attivita'
culturali all'uopo delegato;
    b) il capo del Dipartimento per l'informazione e l'editoria della
Presidenza del Consiglio dei Ministri;
    c) un  rappresentante  del  Ministero  per  i beni e le attivita'
culturali;
    d) un rappresentante del Ministero dell'economia e delle finanze;
    e) un rappresentante del Ministero delle attivita' produttive;
    f) un rappresentante del Ministero degli affari esteri;
    g) un     rappresentante     del    Ministero    dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca;
    h) un rappresentante della Conferenza unificata.
  3. I  componenti del Comitato di cui al comma 2, lettera da c) a h) sono
nominati con successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
  4. Dal  presente decreto non derivano oneri aggiuntivi a carico del
bilancio dello Stato.
  Il presente decreto e' inviato al competente organo di controllo.
    Roma, 27 novembre 2002
                                            Il Presidente: Berlusconi"
Da questo si evince che il Comitato di cui al comma 1 e' presieduto dal
Presidente del Consiglio dei Ministri (attualmente il Libertador) e che il
Comitato di cui al comma 1 procede all'esame congiunto delle principali
problematiche attinenti il settore dell'editoria libraria, in modo di
favorire un organico sviluppo del settore: che ve ne pare? Un altro sistema
per abbattere il conflitto d'interessi: nessun conflitto, gli interessi
dell'editoria libraria verranno gestiti direttamente da Lui!

Il Libertador: "forse avremo buone sorprese sul Pil"! Basta "rivedere il
panel a cui si fa riferimento per calcolare il reddito prodotto. [...]
I conti verranno fuori tra qualche giorno. Spero che continueremo in questo
exploit che ci porterebbe in una situazione mediana in Europa, una
situazione migliore di Francia e Germania.". Visto? Se lo lasciavamo
tranquillo, allora sì che trovava 5 minuti liberi per rivedere il panel
della Fiat: così scoprivamo che l'auto italiana era in attivo, anzi poteva
comperarsi anche la Mercedes!

Stay! &rea


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|