| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |


&REA 87° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)

... la sfacciataggine!


"Non c'è dubbio che oggettivamente il presidente Berlusconi venga tolto dai
guai da questa riforma", aveva detto la toga rossa D'Ambrosio ai
giornalisti, mettendo in relazione la nuova legge sul diritto societario con
i processi nei quali il Libertador dovrebbe essere giudicato (dovrebbe,
perché proprio le nuove norme potrebbero far scattare nella maggioranza dei
casi, per fortuna, la prescrizione).
Ovviamente, appellandosi alla "indebita ingerenza da parte di chi deve
applicare la legge su questioni sulle quali soltanto il Parlamento è
sovrano", il Giusto ministro Castelli ha aperto un'istruttoria su
D'Ambrosio, minacciando infatti provvedimenti disciplinari a suo carico. E
conclude con un parole che suonano come un duro monito ai bolscevici:
"Ritengo che sia giunto il momento di lasciarsi alle spalle certi
atteggiamenti culturali, che portano a cercare di individuare a tutti i
costi, dietro ad ogni provvedimento di legge, l'interesse di pochi e non
l'utilità del Paese".
E quindi: lasciamoli lavorare! Non disturbiamo il governo con sciocchezze di
questo tipo! E se dessimo l'impunità assoluta, passata, presente e futura al
Libertador, in qualsiasi campo giudiziario? Non risolveremmo definitivamente
il conflitto di interessi?

Stay,  
&REA


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|