| BIBLIOTECA | EDICOLA |TEATRO | CINEMA | IL MUSEO | Il BAR DI MOE | LA CASA DELLA MUSICA | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | NOSTRI LUOGHI | ARSENALE | L'OSTERIA | IL PORTO DEI RAGAZZI | LA GATTERIA |

CINEMA

Ben Affleck: addio film d'azione

A Hollywood è già Natale. La prima delle commedie natalizie, immancabili ogni anno, esce il prossimo fine settimana negli Stati Uniti (in Italia arriverà a dicembre) e vede protagonista Ben Affleck, tornato a nuova vita dopo i noti travagli, sia sentimentali (informiamo i più disattenti che il nostro è stato lasciato, qualche tempo fa, da Jennifer Lopez la quale, poco dopo si è sposata con un altro, tal Marc Anthony, focoso cantante latino) sia professionali dopo una serie di fiaschi (Gigli e Jersey Girl), che ha inanellato negli ultimi tempi. Natale in Affitto diretta da Mike Mitchell è una commedia divertente ma non cretina come spesso il Natale cinematografico ci ha abituati. Racconta la storia di un ragazzo ricco e solo (ha una fidanzata ma di quelle antipatiche che, è chiaro sin da subito, sarà destinata ad essere scaricata nel corso del film) che decide di tornare, per le vacanze natalizie nella casa della sua infanzia. Ora vi abita una strana e mal disposta famiglia cui Affleck propone un affare: soldi, un bel mucchio di soldi, 250 mila dollari, in cambio di un'accoglienza calorosa. Unica a non voler accettare il lucroso affare pare essere la figlia (Christina Applegate), che tornata per le vacanze, scopre di avere un nuovo fratello. Non ne vuole sapere...ma è perfettamente inutile spiegare come finirà fra i due.


Ben Affleck dunque torna alla commedia.


E' quello che voglio fare, è quello che mi riesce meglio.


Niente più film d'azione?


Esattamente. I film d'azione, d'ora in pii, li lascio fare agli altri. Ora voglio fare solo film divertenti e piccole cose intelligenti cose, come mi è capitato con Boiler Room e Dogma.


Ma sarà nel cast di “Electra”, tratto dal fumettone Daredevil.


Solo un'apparizione. Non sarò mai più Daredevil.


Lo sa che fa parte del gruppo di attori rappresentati in “Team America”, il film di marionette degli autori di “South Park”, Matt Stone e Trey Parker?


Sono stato ad una festa un po' di tempo fa e c'erano anche loro. Mi hanno chiesto: “Ti dispiace se ti prendiamo un po' in giro?” Figuriamoci se mi dispiace! Ho sentito che alla marionetta di Sean Penn tagliano addirittura la testa...come puoi prendertela con quei due strani pazzoidi? Se sei un personaggio pubblico devi saper accettare la satira. Così ho accettato anche il rischio che ci sia qualche buontempone deciso a prendersi gioco di me.


Le è mai capitato un Natale percorso insieme a strani personaggi come quelli del film?


Le persone più inusuali con cui ho passato il Natale sono state le truppe impegnate in Iraq, lo scorso anno. Ero in Medio Oriente, è stato senza dubbio uno strano Natale, difficile. Vedere quei ragazzi lavorare duro, con la paura di saltare in aria ad ogni momento, è stata una difficile esperienza.


Il suo giudizio sulla guerra e su Bush è dunque duro.

Più duro non potrebbe essere ed io, come personaggio pubblico sto facendo tutto il possibile perché gli americani vadano a votare il 2 novembre e votino Kerry

Lei è anche un 'autore, ha vinto un oscar per la sceneggiatura di “Will Hunting, genio ribelle”. Mai pensato di fare un film politico?

Alla Michael Moore? No, sono un commediante. Ho appena finito di adattare un romanzo di Dennis LaHayne, Gone Baby Gone. Come attore sto invece lavorando a Man About di Mike Binder, un'altra commedia. D'ora in poi mi vedrete solo in ruoli divertenti!

Eppure, sino a poco tempo fa la stampa rosa la dava per disperato.

Se allude alle mie vicende sentimentali, alla rottura con Jennifer Lopez dirò subito che non ho intenzione di parlarne. Voglio solo dire una cosa, credo di aver romanticamente idealizzato quel periodo della mia vita, quando avevo il cuore spezzato ed ero disperato. Guardando ora a quei tempi posso affermare che è stato divertente. Sentivo che avevo un sacco di possibilità. Succede quando non hai niente da perdere e il futuro è una pagina bianca.

Intervista di Francesca Gentile – L'UNITA' – 18/10/2004

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|