| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA | | IL PORTO DEI RAGAZZI |



NIKOLAJ GOGOL'


“La novella tradizionale, come anche il romanzo, non conosceva la “narrazione piana”: tutto l'interesse e il movimento gli veniva dal rapido e variato mutare degli avvenimenti e delle scene. L'intreccio dei motivi e delle loro motivazioni era il principio sul quale si fondava la novella tradizionale... Del tutto diversa è la composizione del racconto se la trama in se stessa, come intreccio di motivi e di motivazioni, cessa di svolgere il ruolo organizzativo, e se - come accade ne Il cappotto- il narratore viene in primo piano, utilizzando per così dire la trama solo come base dei singoli procedimenti stilistici. In tal caso il centro di gravità si sposta dalla trama ( che è ridotta al minimo) al procedimento che la informa.”
Boris Ejchenbaum, Come è fatto il Cappotto

IN LETTURA

Il RITRATTO

IL CAPPOTTO

LE MEMORIE DI UN PAZZO

IL NASO

LA PROSPETTIVA NIEVSKIJ


IL CAPPOTTO Alessandro Luciani ( saggio)

cenni biografici


i libri di Gogol in Internet


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO |
LA POESIA DEL FARO|

last modify24/10/2001