| BIBLIOTECA | EDICOLA |TEATRO | CINEMA | IL MUSEO | Il BAR DI MOE | LA CASA DELLA MUSICA | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | NOSTRI LUOGHI | ARSENALE | L'OSTERIA | IL PORTO DEI RAGAZZI | LA GATTERIA |



MUSICA

I Crosstown Traffic si presentano

Cavatore (AL) – Ed. Cava La Musica luglio 2002

Cava la Musica edizione 2002. Abbiamo incontrato i Crosstown Traffic, il gruppo vercellese vincitore della passata edizione per la sezione cover (e che si è confermato anche quest'anno con una strepitosa esibizione), con un repertorio che spazia dai Led Zeppellin a Jimi Hendrix, agli AC/DC, agli ZZ Top. Approfittando di una pausa, prima delle prove dell'esibizione, seduti ai tavolini del Vecchio Piemonte in un tardo pomeriggio sulle colline del Monferrato, ed “assistiti” da Franco Minetti, il poeta-proprietario, con salame e formaggio locali, accompagnati amorevolmente da ottimo dolcetto e brachetto secco, è nata questa breve “presentazione” del gruppo, scherzosa ma non troppo. Ripromettendoci, ovviamente, di andare a trovarli quanto prima nella loro “tana” vercellese per approfondirne la conoscenza...


Davide (drums)

Come sono nati i Crosstown Traffic?

Davide: Il gruppo è nato quasi per scherzo. Una sera eravamo in birreria, ci siamo guardati in faccia e ci siamo chiesti “Possiamo farlo anche noi?” Abbiamo iniziato da lì ed abbiamo messo in piedi questo progettino che per noi è, fino ad oggi, molto importante. Facciamo la musica con la quale siamo nati e con cui siamo cresciuti e questo ci dà molte soddisfazioni...E poi ci vedi: siamo allegri, siamo un'ottima compagnia, forse la cosa che ci diverte di più quando siamo in sala prove è proprio questa: stiamo bene insieme. Lavoriamo bene, suoniamo sempre, si va e si suona, ci si diverte. Però siamo anche molto scrupolosi, prima di suonare un nuovo pezzo in pubblico lo proviamo per almeno due mesi, cerchiamo di migliorarci sempre..

Bobo: E ci pagano poco...(ridendo)

Davide: Purtroppo è vero, Bobo, ci pagano poco per quello che offriamo, però siamo soddisfatti ugualmente, ad un anno di distanza siamo soddisfatti. Eppoi abbiamo avuto l'onore di avere Alessandro alle tastiere con noi...

Quando siete nati come gruppo?

Davide: Nel 2001, luglio del 2001. Abbiamo esordito nell'edizione di Cava la Musica dello scorso anno. La prima uscita ufficiale sul palco è stata quella.

Puoi descrivere il gruppo?

Davide: Ah, devo descrivere il gruppo? (ride)...Incomincio da Bobo, che è il “bel tenebroso”. Bobo è un bassista insostituibile, una macchina del ritmo, è anche un pazzo furioso (ride). Ripeto: è una vera e propria macchina del ritmo ed, inoltre, ha un grandissimo gusto musicale.


Bobo (bass)

Bobo: Davide invece è un batterista che se la tira un casino, ha i capelli lunghi, ha la barba, è “tenebroso” anche lui...(ride)

Davide: Ehh, certo...Aspetta che bevo un goccio di vino e poi...

Bobo:...amante della cucina e non solo...e che altro dire...

Davide: Poi c'è Giorgio...

Bobo: Giorgio lo facciamo descrivere da Elsa...


Giorgio (guitar)

Elsa: Giorgio è il chitarrista più bravo che abbia mai sentito (ride)...

Me lo ricordo, me lo ricordo...

Elsa: ...per le mie poche conoscenze...E' un chitarrista con un gusto fantastico, suona Jimi Hendrix in maniera spaventosa...Comunque tutti e tre, anche solo in sala prove, mi lasciano sempre senza parole perché sono fantastici. Io invece non mi descrivo, perché non ne sarei capace, lo lascio fare a Giorgio...


Elsa (vocalist)

Giorgio: Beh, possiamo dire...che Elsa è l'unica donna che canta i pezzi di Jimi Hendrix e degli ZZ Top, quindi mi sembra che aggiungere altre cose sarebbe superfluo...Vorrei, invece, far notare che, rispetto alla formazione che l'anno scorso ha fatto il suo esordio a Cava la Musica, c'è anche Alessandro alle tastiere che...

Davide: E' difficile trovare un aggettivo che lo possa descrivere...

Giorgio: ...a parte la bravura musicale veramente indiscussa (è un apprezzatissimo concertista classico ed ha tenuto molti concerti all'estero)...

Bobo: E' un piacere avere un personaggio così...

Giorgio: ...è anche una persona con la quale da più di dieci anni condividiamo esperienze musicali e non. Comunque lascio la parola a lui...


Alessandro (keyboards)

Alessandro: Dopo tutte queste presentazioni “megagalattiche”, resta ben poco da dire. Se non che, come diceva Davide prima, probabilmente questa esperienza che stiamo passando è quella più intensa che abbiamo mai vissuto dal punto di vista musicale, e quindi speriamo di continuare sempre con questa grinta, con questo spirito, divertendoci e facendo divertire il pubblico.

Intervista di Emanuele Mignone – 28 luglio 2002

Photo©E.Mignone



| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|