| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 1147° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Giornate scoppiettanti

Giornate scoppiettanti.
===========================================================================
Vi ricordate http://www.ilportoritrovato.net/html/DLI1144.html ? Beh, quelle parole il Libertador non le ha mai dette, ed i giornali che hanno registrato le Sue parole, in realtà, hanno subito un'interferenza cosmica della Fratellanza Universale: si parlava di brogli su Aldebaran.
Questo dice il pio Rocco Buttiglione, al Senato, prima che parta un'imbarazzante indagine parlamentare: "Brogli al voto? Silvio Berlusconi non l'ha mai detto.[...] Le parole erano rivolte al proprio partito, e lamentavano la sua insufficiente capacità di attrezzarsi per difendere le proprie ragioni.". Ovverossia, il Nostro ha detto che il partito di maggioranza, il Suo partito, ha un branco di ingenui (anche un po' deficienti) alla dirigenza... ma voi non tenetene conto, eh?
Ed alla richiesta del sobillatore Alfonso Pecoraro Scanio (Verdi), "Poiché è gravissimo che un presidente del Consiglio faccia una denuncia di questo genere, speriamo che Pisanu possa smentire al più presto e in modo categorico l'ennesima esternazione ispirata al noto testo di Erasmo da Rotterdam 'L'elogio della follia'.", il dotto Pisanu risponde subito: "L'attività che si svolge nei seggi è affidata alla totale responsabilità dei presidenti ed è dunque del tutto sottratta a quella del ministero dell'Interno, tanto è vero che la legge vieta espressamente di scegliere i presidenti di seggio tra i funzionari di questa amministrazione.[...] Ugualmente estranea alle attribuzioni del Viminale è la materia dei ricorsi amministrativi e delle denunce penali per l'accertamento di eventuali irregolarità. Spetta invece al ministero dell'Interno garantire i servizi di vigilanza al di fuori dei seggi con l'impiego delle forze dell'ordine e delle forze armate."... Tradotto: Ma perché volete tirare in ballo anche me, che stavo così tranquillo? Volemossebbene, dai, era solo uno scherzo, domani faccio arrivare container di tarallucci e autobotti di vino!
Ah, la politica estemporanea, quella "fatta in casa": tanta buona volontà e tanto quore (maledette 3I)!
===========================================================================
Consiglio dei Ministri, qualche giorno fa, in un Paese chiamato Italia. Dopo tanti piccolissimi motivi di attrito (ad es, il non eccezionale risultato elettorale), la soubrettona nazionale (a sorpresa) vara un decreto per salvare la compagnia aerea di bandiera, sconvolgendo i propri alleati che stavano trattando in altri termini con Bruxelles.
Fifi: "Per l'ennesima volta Tremonti ci mette davanti al fatto compiuto. Hai fatto così per tre anni, Giulio, ma adesso le cose sono cambiate, adesso basta. Lo vedi a che serve la verifica?"
Libertador: "Verifica, verifica... Sono io che dico basta! Questi termini della vecchia politica con me non attaccano, ormai dovresti averlo imparato. Ma ti sembra il momento di attaccarsi alle forme, di fronte a un provvedimento tecnico di questa urgenza?"
Fifi: "Se è così non mi resta che andarmene, se le cose non cambiano".

Il giorno dopo,
Fifi: "Per noi a questo punto c'è una scadenza: è il 5 luglio. O il Dpef verrà approvato entro quella data concordando tutto punto per punto, oppure io esco dal governo e insieme a me tutti i ministri di An.".
Libertador: "È da pazzi parlare di crisi a pochi giorni dal ballottaggio. Eppoi ricordati che se tu esci, non si apre la crisi e non nasce un nuovo governo. Ci sono le elezioni e se poi vince la sinistra, la colpa sarà solo tua.".

Ieri,
Libertador: "Niente di drammatico tutto si risolverà in fretta. Anzi, si può fare anche una crisi lampo di governo.[...] Tutto alla fine si concluderà senza traumi.[...] Cose brutte? No, non sono brutte, anche perché si è drammatizzato troppo. Non c'è niente di allarmante. Nulla di cui preoccuparsi davvero.". Niente di allarmante, come, ad esempio, rimetterci le poltrone.

Domani?
===========================================================================

Stay... &rea

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|