| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 1157° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Economizzare, economizzare!

Economizzare, economizzare!
Da 3monti a 1 a 0 Monti addirittura!
Ridurre, ridurre!
Felicità (meglio: non infelicità) della compagine di N.N., occhi stralunati dei Fifiani e dei centristi del Nuovo e Radioso Governo, che s'aspettavano un terzo della soubrettona.
Stiamo parlando del superministero (grazie alla riforma Bassanini: allora si fondò un ministero che ne vale 5, dalle partecipazioni statali al mezzogiorno, e ciò dispiace molto all'attuale destra dell'esecutivo) e del superministro dell'economia, ovviamente. Dopo le dimissioni della soubrtette d'Italia, ovviamente.
Al sorprendente annuncio che il Libertador ha deciso di assumersi Lui l'onere di dirigere l'Economia nazionale, ad interim (Lui sì che è il maestro degli interim... potrebbe fare anche il barista della buvette, ad interim!), invece che affidarla al suggerito Monti, si son sentiti commenti piacevolmente divertiti come "Roba da pazzi" (Bruno Tabacci, Udc).
Perché lamentarsi? Con quello che costa la montagna... eccovi un governo balneare!
Ed oggi rischiamo persino il richiamo di Forcolandia... richiamo che sarebbe possibile all'1% (bassissima probabilità), se non fosse che, all'incontro di Bruxelles ci va proprio l'Unto, e... Gerrit Zalm, ministro delle Finanze olandese e presidente di turno dell'Ecofin, ha asserito che "Con Berlusconi domani voi giornalisti vi divertirete molto".

Stay! &rea


P.S.(continuano gli estratti da http://www.espressonline.it/eol/free/jsp/detail.jsp?m1s=null&m2s=a&idCategory=4791&idContent=515677 :
"
2. Interessi sì, conflitto no - 2 "Il conflitto d'interessi esiste solo nel senso che le mie aziende ci hanno rimesso da quando sono entrato in politica al servizio del Paese" (21-12-2001). "Il conflitto d'interessi è una scusa. Tutti vedono bene che non c'è nessun conflitto d'interessi. Anzi, io non posso fare che cose sfavorevoli al mio gruppo. Non c'è stata una sola decisione assunta da questa maggioranza e da questo governo che abbia portato cose a mio favore. Da quando sono sceso in politica, il mio gruppo ha subìto soltanto danni enormi" (7-5-2003). In realtà, Mediaset e le altre aziende del premier hanno guadagnato milioni di euro dai vari condoni fiscali, dalla legge Tremonti, dalla legge salva-Rete4, dall'accordo Mediolanum-Poste, dalla pubblicità istituzionale sulle reti del Biscione, senza contare i continui rialzi in Borsa del titolo Mediaset a ogni stormir di fronda governativa. ")

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|