| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 1306° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Allo sciopero di ieri

Allo sciopero di ieri, voce bolscevica, ha aderito circa l'80 per cento dei lavoratori (con punte del 90-100 per cento). Guglielmo Epifani (rossissimo segretario generale della CGIL) ha asserito: "Il governo ha fatto tante promesse, garantendo anche la luna, ma non ha saputo mantenerle. Il taglio delle tasse promesso col patto con gli italiani valeva sei volte quello attuato, mentre ai pensionati ha garantito 500 euro al mese, ma sono 4,5 milioni le persone al di sotto di questa soglia.[...] Occorre prevedere un bonus per i pensionati e gli incapienti, mentre con questo taglio delle tasse il governo dà poco a tanti, niente a molti e tanto a pochissimi.[...] Dare a tutti i lavoratori dipendenti la restituzione del drenaggio fiscale che il governo ha tolto da tre anni e prima di parlare di riduzione delle tasse, scovare qualche evasore.".

Drenaggio fiscale... Fiscal drain... Ma darebbe risultati elettorali? Il marketing che ci dice? Vediamo un po' di cosa parliamo.

<http://www.polyarchy.org/paradigm/italiano/tassazione.html> : "-  incremento del numero dei contribuenti. In Europa e negli Stati Uniti, il numero dei contribuenti è aumentato enormemente soprattutto quando le spese statali, totalmente fuori controllo, hanno alimentato una inflazione crescente. Questa bolla artificiale ha reso tassabile il reddito nominale di molte persone o lo ha portato verso fasce più elevate di tassazione, anche quando il loro reddito reale rimaneva stazionario o era addirittura in calo. Questo è il cosiddetto 'drenaggio fiscale' ('fiscal drain'), una perdita netta per il contribuente ma un guadagno sicuro per lo stato. Inoltre, come ultimo stratagemma, l'introduzione e la diffusione di tasse sulle vendite (ad es. IVA) hanno fatto sì che praticamente tutti versino qualcosa nelle casse dello stato."

<http://www.volint.it/scuola/w96prot2912/2economia/verifica1/dispensa.rtf> : "e) Il fiscal drain (drenaggio fiscale). Supponete di aver acquistato, nel 1999, un'azione FIAT pagandola 3 Euro. Supponete di rivenderla nel 2000 a 5 Euro. Avete cioè realizzato un guadagno in conto capitale pari a 2 Euro e, secondo la normativa fiscale vigente, tale guadagno è soggetto a tassazione (pari, diciamo, al 20%. Pagate cioè, nel 2000, 0,4 Euro di imposte e realizzate così un guadagno netto di 1,6 Euro). Supponete però che tra il 1999 e il 2000 vi sia un'unflazione del 5%. Ciò significa che 3 Euro del 1999 equivalgono, in termini di potere d'acquisto, a 3,15 Euro del 2000 (nel 2000, cioè, 3,15 Euro comprano la stessa quantità di beni e servizi che nel 1999 si poteva acquistare con 3 Euro). Ciò significa che il vostro guadagno reale in conto capitale (il vostro guadagno  misurato in termini di merci che potete acquistare) non è di 2 Euro, ma di 1,85 Euro. Tuttavia l'imposta è calcolata sul guadagno nominale in conto capitale (2 Euro). L'inflazione amplifica cioè la dimensione del guadagno in conto capitale e quindi, per ogni data aliquota fiscale, accresce l'onere fiscale che grava sul guadagno stesso. Morale della favola: l'inflazione, aggravando l'onere fiscale che deriva dall'acquisto di un'azione (che è solo uno dei possibili atti di risparmio: nulla cambierebbe se ipotizzassimo l'acquisto di una obbligazione, oppure il deposito in conto corrente bancario, oppure ancora l'acquisto di una quota di un fondo comune di investimento), disincentiva il risparmio. Siccome il risparmio è la base per poter investire, l'inflazione, almeno nelle sue manifestazioni più virulente, mina le possibilità di crescita futura dell'economia.".

Scusate, ma secondo me è una cosa troppo complicata! "Vi rendiamo ciò che siamo riusciti a togliervi con il fiscal drain" raccoglie molti meno voti di "vi diminuiamo le tasse", oltre che essere più costoso. E poi, che fare? Magari tassare alla fonte anziché agire con tasse come l'IVA? E togliere la possibilità di frodare il fisco ai benestanti (come ha indicato il Libertador, per ultimo in <http://www.ilportoritrovato.net/html/dli1287.html> )? No, no, meglio dire: "vi togliamo tasse"... Non sarà vero (perché? oltre agli aumenti locali, scolastici e sanitari - facilmente prevedibili - vi racconterò che Enrico Giovannini - capo delle statistiche dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, per gli amici Ocse - ha sparlato degli interventi previsti in Finanziaria, dicendo che "non bastano, bisognerà rimetterci mano"), però suona meglio, funziona di più!

Stay! &rea



P.S.(Tasse? L'Adusbef, l'associazione dei consumatori, ci racconta che questo sarà uno dei Natali più magri degli ultimi anni. Asserisce che il 40% della tredicesima servirà per pagare Ici, bollette di fine anno e mutuo... - non vi resterà in tasca il 60%: il 20% verrà speso per l'assicurazione ed i bolli per l'automobile... -. E fa previsioni nere per il prossimo... Che disfattisti!)

P.P.S.(Ricordiamo che, tra venerdì e sabato, potrebbe essere condannato Marcello Dell'Utri, senatore forzitaliota, attualmente indagato per concorso esterno in associazione mafiosa... Accendete una candelina per lui!)

P.P.P.S.(eccovi un nuovo estratto dalla pagina eversiva "Premier di bugie", <http://www.espressonline.it/eol/free/jsp/detail.jsp?m1s=null&m2s=a&idCategory=4791&idContent=515677>   : "41. Più sicurezza per tutti "Attuazione del 'Piano per la difesa dei cittadini e la prevenzione dei crimini' (...) con il risultato di una forte riduzione del numero di reati rispetto agli attuali 3 milioni (falso, i reati nel 2000 erano 2.563.000, ndr)" (punto 2 del Contratto). Il 30 marzo 2004, all''Alieno', Berlusconi assicura che "i reati da strada sono diminuiti del 40 per cento", mentre le denunce per tutti i reati "sono calate del 12 per cento rispetto al 2001". Ma la relazione Ordine e sicurezza pubblica del 2002, presentata al Parlamento il 6 ottobre 2003 dal ministro dell'Interno, evidenzia che i delitti denunciati sono saliti del 3.13 per cento, in particolare i furti (+ 0,14), le rapine (+ 5,12) e i tentati omicidi (+ 6,94). Aumentato anche il totale dei delitti commessi: 70 mila in più fra il 2001 e il 2002.".)

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|