| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 1427° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
"Era tutto prevedibile e previsto"

"Era tutto prevedibile e previsto".

Così rilascia a Panorama (sua nuda proprietà) il Nostro.

In effetti, Astra del mese attuale aveva già pronosticato: ""Mercurio retrogrado è in opposizione al Sole e a Mercurio natale retrogrado di Silvio Berlusconi: poche cose andranno realmente secondo le sue aspettative.".

Quindi: tranquilli, fratelli forzitalioti, è tutta una manovra, tutto prevedibile e previsto... Alla Caserma delle Sue Libertà il 44,2%, ai comunistacci il 53%? ForzaItalia perde il 7% rispetto alle regionali del 2000? Rifondazione Comunista prende una regione alla destra? Fa parte di un Disegno, del Suo Disegno. Il Suo Disegno è, per noi uomini qualunque, imperscrutabile, ma tant'è.

Più inquietante è l'altra frase pubblicata: "Sono sereno. So di aver governato al meglio delle possibilità". E la pressione fiscale, suo massimo cavallo di battaglia, in 4 anni è scesa dal 42% al 41,8%, come gli ricorda il perfido D'Alema a Ballarò, al costo di 72mila posti di lavoro persi nel sud Italia, ad esempio. Provate a pensare un po' se, con i Suoi mille impegni, Lui avesse dedicato meno tempo alla guida della nazione, e non avesse governato al meglio... Siamo stati fortunati!

Ma adesso si preparano tempi bui, fratelli forzitalioti: "Avremo in Italia un regime vendicativo e giustizialista, mascherato di legalità e ostile a tutto ciò che è privato.[...] In Italia c'è uno Stato manifesto, costituito dal governo e dalla maggioranza, e c'è uno Stato parallelo: quello organizzato in forma di potere dalla sinistra nelle scuole e nelle università, nel giornalismo e nelle tv, nei sindacati e nella magistratura, nel Csm e nei Tar, fino alla Consulta. Se si consentirà a questo Stato occulto di unirsi allo Stato palese, avremo in Italia un regime vendicativo e giustizialista.[...] Dovrebbe preoccupare tutti gli uomini liberi che hanno a cuore la libertà, e sono sicuro che gli italiani lo capiranno"... questa frase è da esternare, però, con un pochettinino di attenzione: "Noi governiamo gran parte del paese, il 70 per cento dei Comuni, il 75 per cento delle Province, ora quasi tutte le Regioni.", ci ricorda sempre il viscido D'Alema... ed allora, qual'è lo Stato manifesto? Qual'è la maggioranza? Qual'è invece lo Stato parallelo organizzato in forma di potere nel giornalismo e nelle tv? Ragazzi, adesso queste domande ce le dobbiamo porre...

So long, &rea


P.S.(Una giuria di esperti. "Ne facevano parte specialisti universitari (Amoretti, Colombo, Gamaleri, Mancini, Mazzoleni, Morcellini); poi il presidente dell'Upa, Lioi, quello dell'Assocomunicazione, Montangero; di Pubblicità Progresso, Contri; dell'Art Director's Club Italia, Lele Panzeri; quindi Enrico Manca, Uliviero Lucas, Carlo Freccero, Nicola Piepoli, Andrea Margelletti e alcuni giornalisti (Buttafuoco, Carelli, Farina, Fotia, Guarnieri)", ci racconta La Repubblica. Per far cosa? Stamattina, nella Facoltà di lettere e filosofia dell'Università Roma 3, il professor Giampiero Gamaleri consegnerà gli oscar per la miglior pubblicità elettorale... Ha vinto Storace, che ha lo stesso perso le elezioni: che non basti più neppure la pubblicità? Ragazzi, le cose diventano davvero difficili, allora! Se continua così, per vincere dovremo modificare ancora la Costituzione... Maccheddico: vinceremo per Regio Decreto!)

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|