| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 1463° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Lettera R: Recessione e ref.

Lettera R: Recessione e ref.

Nello studio dell'economia italiana oggi tocchiamo la lettera R.

"ref. opera con ricerche e consulenze personalizzate, osservatori indipendenti, attività di formazione e affianca aziende, istituzioni, organismi governativi, nei processi decisionali relativi all'economia, alla finanza e all'organizzazione e alla gestione delle risorse umane.
Le attività di consulenza e di analisi si avvalgono della ricerca di base svolta da più di venticinque anni all'IRS, e trasferita in ref." recita <http://www.refirs.it/default.asp> .

"recessióne: recessióne
s. f.
l'azione del recedere e l'effetto, spec. fig.
nel linguaggio economico, arresto, rallentamento del ritmo di produzione di un'azienda o anche di un intero paese
[...]", da <http://www.sapere.it/gr/DictionarySearchServlet?DS_action=ItalySearch&DS_resType=14&DS_userInput=recessione&Trova.x=42&Trova.y=6> .

Il mix dei due termini sopra: secondo le stime preliminari Istat, il prodotto interno lordo nel primo trimestre 2005 ha avuto un calo congiunturale dello 0,5%, il peggiore dal quarto trimestre del 1998; inoltre, sempre a detta dell'Istat, due cali congiunturali non si registravano dal 2003 (primo/secondo trimestre chiusi entrambi a -0,2%); di conseguenza quel terrorista psicologico di Fedele De Novellis (ecco: responsabile per le analisi macroeconomiche del suddetto ref.) si sente autorizzato a dire: "Vista la pesantezza dei due cali trimestrali consecutivi del Pil, non c'è dubbio che siamo in recessione - Nota di &rea: vedi sopra -".

Il brutto è che se n'accorge anche Luca Cordero di Montezemolo (presidente di Confindustria): "Abbiamo parametri negativissimi e tutti si sono accorti di una situazione grave.[...] Alla fine i nodi arrivano al pettine. Le cifre sono molto vicine ad una vera recessione[...] sono come le analisi cliniche: non sono nè di destra nè di sinistra".

Questo mentre i valori di aprile 2005 danno un disavanzo del settore statale di circa 12.000 milioni (ad aprile 2004 i milioni erano "solo" 10.556), mentre si profila uno sciopero generale degli statali ("Io speriamo che me la cavo" aveva scherzato sulle contrattazioni il cabarettista Baccini, una delle anime dell'allegra compagnia del NeRG, ma purtroppo non è stato un buon profeta) ed altri scioperi scoppiano un po' dovunque (esempio: quello dei bisarchisti e quello dell'indotto Fiat a Termini Imerese), mentre le aziende domandano casseintegrazioni (esempio: la Fiat chiederà la cassa integrazione per circa 5.000 operai della fabbrica di Melfi) e mentre il governo, per voce di Siniscalco e dell'Unto, ci viene a sbandierare una possibile manovrina correttiva.

Ma il Libertador, fondatore dell'economia del sorriso, è ottimista: allo
"Spazio Etoile" di Roma ha raccontato che la Caserma delle Sue Libertà è sotto solo di 2 punti rispetto ai sinistroidi, 2 punti che Lui prevede di recuperare facilmente alle politiche per poter continuare a lavorare affinché "l'Italia diventi una grande democrazia compiuta". Guardatelo: sempre sulla tolda, impavido: sono i comunistacci quelli che si piangono addosso e riportano solo notizie negative false e tendenziose. Poi, a suon di dirle, va a rischio che diventino vere...

So long, &rea

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|