| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 1470° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
C'è stato solo un misunderstanding

"C'è stato solo un misunderstanding, i ministri seduti al tavolo non avevano il mandato...", parole del Libertador.

Ma chi sono, questi signori? Siniscalco, Letta, Baccini, Alemanno... leggesi ministro con portafoglio per l'Economia e finanze dott. Domenico Siniscalco, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri dott. Gianni Letta, ministro per la Funzione pubblica dott. Mario Baccini, ministro con portafoglio per le Politiche agricole e forestali dott. Giovanni Alemanno. Il fior fiore del NeRG, ergo il fior fiore della parte sana della nazione.

Qual è il contesto? Un passo indietro. I suddetti ministri, nella notte tra il 10 e l'11 maggio pervengono assieme a CGIL, CISL e UIL ad una prima ipotesi di accordo per il famoso rinnovo del contratto degli statali (dicitura corretta: pubblico impiego). Notasi che il contratto è scaduto ormai da 17 mesi, ovvero circa un anno e mezzo (il governo era troppo occupato a legiferare... mica si può occupare contemporaneamente di tutto, no?). I due gruppetti contraenti si lasciano con l'ottimistica assunzione di responsabilità del Nuovissimo e Radioso Governo di accertare che i soldini saltino fuori per CHIUDERE LA TRATTATIVA IL GIORNO SEGUENTE! Invece, il domani vede un Unto che dà degli "irresponsabili" ai sindacati.

Gira che ti rigira, si finisce ieri sera a Palazzo Chigi, dove, con altri convitati di pietra, il Nostro sostenuto dal bel Letta scodella a Guglielmo Epifani, Savino Pezzotta e Adriano Musi (il vice-Angeletti) lo splendido "misunderstanding": i quattro ragazzotti inviati dal NeRG quella famosa notte erano lì soltanto per chiacchierare. Mandati non ne avevano... semplice, no?

SI SONO INC***ATI! Pezzotta ha persino urlato "Che cosa hai detto? Non si può essere così sleali!!!". Insomma, che gente priva di spirito! Che mancanza di savoir faire, non capiscono la creatività, la leggerezza, l'allegria di questa politica! Champagne!

Che gente noiosa, rozza ed ignorante!

So long, &rea

P.S.(Prima di leggere questo piesse, qualcuno potrebbe avere la curiosità di sapere cos'è l'OCSE. Vi do un link, <http://sedi.esteri.it/rappocse/OcseAbout.htm> , dal quale - per la precisione nella pagina <http://www.oecd.org/about/> - apprendiamo che
"The OECD groups 30 member countries sharing a commitment to democratic government and the market economy. With active relationships with some 70 other countries, NGOs and civil society, it has a global reach. Best known for its publications and its statistics, its work covers economic and social issues from macroeconomics, to trade, education, development and science and innovation.
   The OECD plays a prominent role in fostering good governance in the public service and in corporate activity. It helps governments to ensure the responsiveness of key economic areas with sectoral monitoring. By deciphering emerging issues and identifying policies that work, it helps policy-makers adopt strategic orientations. It is well known for its individual country surveys and reviews.
   The OECD produces internationally agreed instruments, decisions and recommendations  to promote rules of the game in areas where multilateral agreement is necessary for individual countries to make progress in a globalised economy. Sharing the benefits of growth is also crucial as shown in activities such as emerging economies, sustainable development, territorial economy and aid.
   Dialogue, consensus, peer review and pressure are at the very heart of OECD. Its governing body, the Council, is made up of Representatives of member countries. It provides guidance on the work of OECD committees and decides on the annual budget. It is headed by Donald J. Johnston, who has been Secretary-General since June 1, 1996."
Il preambolo è necessario per introdurre il "Rapporto Italia" di questa organizzazione, che parla di "ripresa modesta,[...] procederà a ritmo moderato nel 2005 e 2006" e perciò la vedremo "rimanere più lenta di quella degli altri paesi Ue": l'inflazione "dovrebbe accrescersi di nuovo nel 2006" aumentando la distanza economica italiana dalle altre nazioni europee... pensate che l'OCSE si permette persino di consigliare la rinuncia a qualsiasi condono, di rivedere i tagli fiscali, di ripensare all'idea italiana di devolution, eccetera. E quindi? Abbandonare proprio i nostri cavalli di battaglia? Allontanarsi da una politica così frizzante e divertente? Fanc**o anche l'OCSE! Lasciamoli lavorare!)

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|