| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 1714° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Piccole bugie a fin di bene...

Piccole bugie a fin di bene...

Dopo finanziarie ed altre promesse di non levare soldi dalle tasche dei contribuenti, il primo di febbraio varia l'imposta di bollo trimestrale applicata per legge sul conto corrente: passa da 6,39 euro a 8,55 euro (ovvero 2,16 euro in più). L'addebito è imposto dallo Stato mediante Decreto Legge del 31/01/05. Verrà applicato dalle Banche a tutti i conti correnti... una stima del professor Franco Miroglio (Docente Bocconi School of Management) indica un plus (incamerato dal NeRG) di 21.600.000 euro mensili, 259 milioni di euro all'anno, in più... ovvero 500 miliardi di vecchie lire di spese di bolli in più, ovvero 500 miliardi di vecchie lire di tasse in più. Non è l'unica tassa in più, ma sicuramente è una delle più nascoste. Una piccola tassa a fin di bene... chi se ne può accorgere?

"Io sono l'esempio della divisione tra politica e affari" ha detto il Libertador a La7, nella trasmissione 'Otto e mezzo', il giorno 9 gennaio. È una bugia a fin di bene, ad usum Delphini, perché la gente non abbia a domandarsi, perché la fede non abbia ad incrinarsi davanti a cosine (tra le ultime ricordiamo l'inchiesta dell'Authority sulla distribuzione di una sovvenzione statale a chi acquista un decoder terrestre prodotto dal fratellino) che un forzitaliota non può comprendere. E questa è una delle tante perle collezionate in ore e ore (e ore e ore) di presenza mediatica... d'altronde più volte Lui presenzia, più rischia di dirne una... mica come Prodi, che di minuti televisivi ne ha avuti 8 in mezzo mese!

Ska-ska: "Nessun rischio di black out", ed intanto il gasdotto che arriva dalla Russia taglierà il 12,2% del trasporto... detto così non sembra molto, ma provate a pensarlo come un ottavo del gas trasportato dal nostro principale approvvigionatore. D'altronde non è che si possa fare molto... non è che si siano fatti salti mortali per differenziare né le fonti energetiche, né i fornitori. Mica possiamo proprio pensare a tutto, noi: ad esempio, siamo sempre così impegnati a salvare il Libertador ed i suoi amici dalle toghe rosse! Ed il Nostro che va a trovare i pm per sfidare Bertinotti (vedi ieri, <http://www.ilportoritrovato.net/html/dli1713.html> )? Mille impegnucci, mille impegnucci... Mah... Pensare che quel rompiscatole di nonno Ciampi viene a raccontarci che "anche a livello nazionale la discordia, spinta all'estremo, è dannosa per tutti. E' sui fatti, e sulle cose da fare, che bisogna confrontarsi.[...] E' necessario dibattere i problemi, i fatti, i progetti e i programmi perché gli italiani sappiano lungo quali corsi abbiamo camminato finora e su quali continueremo a camminare". Fatti? Cose da fare? Programmi? Progetti? "Nessun rischio di black out": vorrete mica che gli italioti si preoccupino? Ogni tanto, una bugia a fin di bene...

So long! &rea

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|