| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 1748° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Fragile situazione italiana?

Fragile situazione italiana? Forcolandia maledetta... Maledetto Istat... Maledetta cultura... Maledetta sfortuna!

Fragile situazione... Basta minacciare che la Caserma delle Sue Libertà possa perdere, e l'inflazione continua a salire: a gennaio è cresciuta al 2,2%, dal 2% di dicembre. Lo comunica quel covo bolscevico che è l'Istat ("La sinistra dice che va tutto male: lasciamola perdere", vedi <
http://www.ilportoritrovato.net/html/dli1742.html> ): i prezzi su base mensile sono cresciuti dello 0,2%, aumentando del 10% il valore dell'inflazione in un unico mese!

Fragile situazione... Nel frattempo la UE si è commossa davanti al bel faccino della nostra Soubrettona Nazionale, ed ha bloccato la procedura per deficit eccessivo (<
http://www.ilportoritrovato.net/html/dli1747.html> , dove ho riportato che l'Itaglia - maledette 3I - è considerata maglia nera di Forcolandia), dando il via libera al Programma di stabilità italiano per i conti pubblici 2005-2009 con il seguente commento: "[...]la correzione del deficit eccessivo entro il 2007 e la riduzione del debito pubblico sono soggetti a 'incertezze significative'.[...] Alla luce delle incertezze sui risultati di bilancio e della fragile situazione delle finanze pubbliche continuerà a monitorare strettamente gli sviluppi della politica di bilancio italiana.[...]".

Fragile situazione... Nel Programma di stabilità sono previsti ulteriori tagli, un po' qua, un po' là, e fra gli scontenti troviamo Federculture (associazione che si occupa della valorizzazione degli italici beni cultural- ambientali), la quale annuncia che i tagli previsti nella Finanziaria 2006 rischiano di danneggiare gravemente il settore del turismo culturale, una delle principali fonti di guadagno per l'Itaglia. Siccome grossissime riduzioni di fondi sarebbero previste proprio nei confronti delle realtà locali, quasi tutte comuniste (Regioni, Comuni et similia, che dal 1998 hanno aumentato del 70% la spesa nell'ambito in questione), queste avrebbero difficoltà nel procedere ad investire nel settore. Roberto Grossi (segretario generale di Federculture): "Mentre lo Stato sembra abdicare al suo ruolo storico e istituzionale, i segnali incoraggianti arrivano dal movimento degli enti locali e delle Regioni".

Cheddire... non si riesce mai ad accontentare tutti! Ma votateci ancora e lasciateci lavorare, e vedrete... e vedrete! Altro che fragile situazione... ci pensiamo noi, se vinciamo! Vedrete che botte di ferro! Ma non vi siete resi conto del magnifico lavoro che abbiamo compiuto in cinque anni?


So long &rea

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|