| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 497° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)

Vi ricordate il "Club delle Menzogne"?



Vi ricordate il "Club delle Menzogne" (<http://www.ilportoritrovato.net/html/DLI161.html> e molti altri dopo) che attaccava il Libertador?

Beh, s'è allargato... Ecco qualcuno dei terroristi rossi (e vi ricordo ancora anche il consigliere della Banca centrale europea Padoa Schioppa, <http://www.ilportoritrovato.net/html/DLI493.html>) che s'è espresso contro il Nostro & i suoi.

Billè (presidente Confcommercio: "Se l'economia continuerà ad andare in questo modo, allora anche i commercianti scenderanno in piazza. [...] - Nota di &rea, ora parla di quattro indicatori negativi  della politica economica - Una bassa crescita del Pil, a fine anno arriverà allo 0,7 %, il peggior risultato dal 1973, Il calo dei consumi delle famiglie a cui aggiungerei i 3000 miliardi di vecchie lire di calo per la spesa turistica s fine anno, Per non parlare del consistente calo degli investimenti. Ed infine l'aumento della spesa corrente della PA del 1,9%, un dato che indica come non siano arginati i costi improduttivi dello stato".

Banca d'Italia: ha stimato il valore del debito nazionale nel mese di giugno 2002 in 1.386.616 milioni di euro (e sì, adesso le cifre si danno in euro, però sono brutte lo stesso....), pari a circa un quarto del debito totale (leggi: somma dei debiti) dei paesi di tutta eurolandia (circa il 110% del Pil italiano, Pil cresciuto solo del 0,2% nel secondo trimestre).

Pietro Marzotto (ex vice presidente della Confindustria): "Il governo sembra impegnare il suo tempo a litigare con asprezza con le parti sociali per questioni tutto sommato marginali. [...] Mi riferisco a quelle piccole modifiche come l'articolo 18 che non cambiano nulla e provocano solo grandi litigi con il sindacato. [...] La struttura della manovra stessa lascia piuttosto perplessi. [...] Un pacchetto di misure sostanzialmente riconducibili e una serie di una tantum e ai tagli ai ministeri. Diciamo che si è "raschiato il barile". [...] Le riforme che debbono essere fatte al più presto [...] " come la "costruzione delle infrastrutture di cui il paese ha grande bisogno, come la tangenziale di Mestre - Nota di &rea: vedi anche <http://www.ilportoritrovato.net/html/DLI166.html> - che ogni giorno rallenta l'economia di un'intera regione".

Giampaolo Galli (capo economista di Confindustria): "non si è materializzata la speranza di un rapido avvio di quel circolo virtuoso che era stato delineato nel primo Dpef di questo Governo, basato su riforme strutturali e su aspettative di maggior crescita e forti riduzioni fiscali. [...]" Colpa sia della congiuntura, ma soprattutto della "mancanza di convinzione e delle certezze della maggioranza di Governo"; nello stesso rapporto, una tabellina dove si evince che il Pil calcolato dalla Confindustria è meno della metà di quello stimato dal Governo (0,6 contro 1,3 per il 2002, ma anche 2,2 contro 2,9 nel prossimo anno) e poco meno del doppio è il rapporto deficit/Pil (1,8 contro 1,1 quest'anno e 1,4 contro 0,8 il prossimo).

D'amato (il saggio capo di Confindustria) ha mandato questa lettera al Libertador: "[...] forti preoccupazioni fra gli imprenditori per il venir meno delle certezze alla base dei programmi d'investimento [...]".

Comunque, per rinfrancar lo spirito, giunge almeno la buona notizia dalla soubrettona che è possibile rinviare il pareggio: che possa voler dire che non si dimetta (vedi <http://www.ilportoritrovato.net/html/DLI494.html>)? Speriamo proprio di no: come faremmo senza di lui?

Stay sincere   &rea


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|