| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 567° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)

Sempre avanti!


Sempre avanti!
Saprete che i due consiglieri rossi Zanda e Donzelli del CdA della RAI si
sono autoesclusi dalla gestione, essendo dimissionari, con l'unica scusa che
la RAI sta andando in bancarotta a causa della nuova gestione.
Saprete che il consigliere del centro Staderini è pronto all'addio (anche
lui! perché?).
Saprete che il Libertador (principale concorrente della RAI) era pronto ad
assumere ad interim (Lui è un esperto) la gestione della RAI e designare un
nuovo CdA, eccetera; ora ha fatto un passo indietro (perché?): "Voglio
restarne fuori. Il problema della Rai appartiene a chi ne deve decidere,
cioè agli attuali consiglieri ed, eventualmente, ai presidenti di Camera e
Senato, non al presidente Berlusconi che se ne vuole stare lontano da questo
problema". Boh? L'ultima volta, dall'est europa (adesso è a Praga), aveva
espresso una lista di prescrizione, prontamente seguita, con Biagi, Santoro
e Luttazzi... E questa volta? Perché vuole lasciarci privi di guida?
Bene, Baldassarre assieme ad Albertoni (ultimi 2 highlander), hanno deciso
14 nomine oggi stesso.
Il fatto che si sia incavolato Fassino non importa a nessuno... ma anche il
presidente del Senato (il beato Pera) commenta  "con rammarico che cavilli
giuridici e astuzie personali non rispondono a quel richiamo alla
ragionevolezza e al senso di responsabilità di tutti che avevo espresso
nella giornata di ieri", seguito a ruota dal pio Buttiglione: "Fare delle
nomine in queste condizioni non è esattamente quel comportamento
responsabile che mi attendevo per evitare di aggravare la crisi della Rai.
Credo che tutti quanti debbano fare un passo indietro"... Vabbè, il popolo
italiano può sopravvivere anche senza televisione pubblica, no?
Tanto bastano i giornali, come "La Padania", che, a proposito della
manifestazione dei romanisti davanti la Lega Calcio commenta: "Fannulloni!
1.500 burini romanisti passano la giornata a contestare Galliani. [...] Ma
non hanno un lavoro, una famiglia e un po' di sale in zucca? [...] Che
figurini. Notate i bei visini puliti e rassicuranti dei 1.500 galantuomini
romanisti. [...] Ma a Roma non lavora nessuno il mercoledì mattina? [...] Li
mortacci. Grande, sciura Sensi. Immensa. Come il vuoto dei pensieri di chi
ha il tempo per cazzeggiare per le vie di Roma sperando di ingraziarsi gli
arbitri o di far sparire Luciano Moggi e Adriano Galliani". Anche qui
vabbè... il popolo italiano può sopravvivere anche senza un'Italia, no?

Stay... &rea
 


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|