| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA |
| IL PORTO DEI RAGAZZI |

&REA 802° Giorno

DLI
(Dopo Liberazione Italia)
Da La Padania


Da La Padania.

=================================================================
Link
http://www.lapadania.com/news/luglio%202003/13.07.03/prima_pagina_13_luglio_2003.htm
=================================================================

"DOMANI IMPORTANTE RIUNIONE DELLA SEGRETERIA POLITICA DELLA LEGA
Ecco le date della Devolution
Entro il 2003 prima lettura
in Parlamento della riforma
Entro aprile 2004 seconda lettura
A settembre 2004 terza lettura
A dicembre 2004 la fase finale

Grande attesa nel mondo politico per la riunione - importantissima - della segreteria politica della Lega Nord, prevista per domani. Il Carroccio è chiamato a definire la propria posizione dopo le polemiche di questi ultimi giorni e il successivo incontro tra il premier, Silvio Berlusconi, e il ministro delle Riforme istituzionali, Umberto Bossi. Centrale sarà la questione della devoluzione, dopo la "Road Map" definita dal presidente del Consiglio, secondo la quale la riforma federalista del nostro Paese dovrebbe essere approvata in via definitiva entro il dicembre del prossimo anno. Soddisfazione per come si stanno mettendo le cose - dopo le incomprensioni dei giorni scorsi - viene espressa dal vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli, che sottolinea: «Berlusconi è tornato a essere il regista di questo governo. D'ora in avanti nessuno potrà più fare strani giochini...». Ottimista anche il ministro del Welfare, Roberto Maroni: «Adesso abbiamo un governo più stabile»."

=================================================================
"Frau Schroeder, faccia ragionare suo marito...

GIGI MONCALVO
Stefano Stefani, uno degli esponenti della Lega Nord, si è dunque dimesso dal suo incarico di sottosegretario. Abbiamo qualche domanda da porre a tutti coloro che, in queste settimane e all'interno del nostro Paese, lo hanno criminalizzato, colpevolizzato, ingiuriato. È meglio un sottosegretario che difende il proprio Paese e il proprio presidente del Consiglio, è meglio un militante leghista che difende il proprio segretario, è meglio un cittadino che difende i suoi concittadini, o è meglio un alto esponente del governo che quel giorno a Strasburgo ha fatto la faccia scura e contrariata mentre Berlusconi rispondeva a quelle provocazioni e poi si è platealmente alzato e ha lasciato l'aula anziché ergersi a difesa del premier, del proprio Paese, dei propri connazionali?

[...]
Ma c'è anche un altro aspetto. Schulz non ha offeso solo il nostro Paese e il premier, ma anche, e pesantemente, l'on. Bossi. E siamo orgogliosi del fatto che qualcuno, oltre a questo giornale, abbia sentito il dovere e l'esigenza di difendere il segretario della Lega Nord, che non a caso è stato ancor più vistosamente e vigliaccamente criminalizzato dal TG5 a distanza di due giorni dai fatti.

[...]
Che ne direste se facessimo una bella campagna di stampa per chiedere le dimissioni di Schroeder?
Gigi Moncalvo"
=================================================================
"Castelli: svuotano le carceri, poi s'indignano per i criminali in libertà
«Quelli che a Roma votano l'indultino a Milano fingono di essere per Abele»

«Chiedo maggiore coerenza agli alleati di governo. Non è possibile fare interrogazioni scandalizzandosi sul caso della scarcerazione dell'assassino dell'orefice milanese e poi, al momento di votare l'indultino, vedere gli stessi parlamentari alleati voltare le spalle al patto con gli elettori, ai quali si è promesso di difendere la certezza della pena». Il Guardasigilli Roberto Castelli non dimentica l'ipergarantismo di alcuni amici di coalizione e invoca rigore[...]"

=================================================================
Link
http://www.lapadania.com/news/15.07.03/attualita.htm
=================================================================
"SIAMO TUTTI DALLA PARTE
DELL'ONOREVOLE STEFANI

Perché ha pagato
solo Stefani?
MARIO BARETTI - Boltiere - Bg
Sveglia Padani! Due grossi colpi ci sono arrivati sulla gobba:
1. In primis, le dimissioni dell'onorevole Stefano Stefani, padano doc di prima linea con un coraggio da leone, volute dal nostro capo di governo Berlusconi (meditate padani...). Ciò che Stefani ha detto ai tedeschi l'ha fatto proprio per solidarietà a Berlusconi.

Il Premier, facendo esame di coscienza (quando questa c'è naturalmente), avrebbe dovuto dimettersi lui stesso, però solo dopo aver denunciato (dico denuncia vera e propria, visto che i moventi ci sono tutti) il socialista Schulz, essendo egli la causa di tutto. Invece l'unico a pagare è stato Stefani della Lega Nord. Scandaloso! Dov'è qui la democrazia?

2. Adesso è passato l'indultino o "svuota carceri", vi rendete conto cari padani in che pericolo siamo?
Significa che questi delinquenti sono tutelati. Meditate sul significato di questo termine: vuol dire che loro rubando, stuprando e uccidendo sono legalmente protetti mentre noi lavoratori sgobboni e peccatori (sì, perché ci fanno sentire in peccato e per questo andremo all'inferno) in caso di rapina dobbiamo farci ammazzare, perché se dovessimo uccidere noi il ladro verremmo condannati per eccesso di difesa. Questo non succede in nessun altro Paese del mondo.

Sveglia padani che non avete voluto dare il voto alla Lega Nord, perché questo è stato l'unico partito che si è opposto all'indultino! Purtroppo non avendo il 50+1 per cento abbiamo dovuto subire anche questo e quando accadono queste cose possiamo solo dire: chi è causa del suo mal pianga se stesso.[...]"

=================================================================
Ed adesso? Nostra luce, facci capire se questi sono con noi o contro di noi...

Stay,   &rea


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|