| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | |
ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA | | IL PORTO DEI RAGAZZI |


27 gennaio, giorno della memoria




[...]Tutti caricati sui vagoni, e la nostra sorte è stata la stessa per tutti: un campo di sterminio nazista.
Non era mai successo, neppure nei secoli più oscuri, che si sterminassero esseri umani a milioni, come insetti dannosi; che si mandassero a morte i bambini e i moribondi. Noi, figli cristiani ed ebrei (ma non amiamo queste distinzioni) di un paese che è stato civile, e che civile è ritornato dopo la notte del fascismo, qui lo testimoniamo. In questo luogo, dove troppi innocenti sono stati uccisi, si è toccato il fondo della barbarie. [...]

Primo Levi

Il 27 gennaio del 1945 i soldati dell'armata rossa entravano ad Auschwitz: fu un avvenimento prevalentemente simbolico perché il campo era già stato evacuato e solo pochi reclusi furono effettivamente liberati dai soldati sovietici, ma quest'evento segnò la fine di un capitolo terribile della storia del genere umano.
L'anno scorso l'Italia istituitì il "Giorno della memoria", per ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio".
Oggi più che mai è necessario tener viva la memoria storica.
Il Porto Ritrovato propone pertanto un percorso di studio e di riflessione.






IBM ed Olocausto: luce verde alla querela dei gitani vittime dei nazisti

LA GESTIONE DEI DATI NELLA GERMANIA NAZISTA
tesi per la maturità, di Andrea Todeschini

L'IBM e l'olocausto




Da Nord a Sud per non dimenticare.
le manifestazioni del 2003

Fino alla soluzione finale
cronologia


Dossier 25 aprile

Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

Olokaustos.org

legge del 12 luglio 2000 n. 211
istituente il 27 gennaio, giorno della memoria

LA GEOGRAFIA DELLA DEPORTAZIONE ITALIANA di Italo Tibaldi

Unione delle Comunità Ebraiche Italiane
Iniziative per il Giorno della Memoria

27 gennaio 2002 "Giorno della memoria”
di Gianfranco Melis

ANED Le iniziative in tutt'Italia

DOSSIER: 1938 LE LEGGI RAZZIALI

LE LEGGI RAZZIALI ITALIANE

IL MANIFESTO DELLA RAZZA

Paese di santi, eroi e carnefici
di Furio Colombo

CNN - Italia - Dossier Olocausto

La fabbrica dei nemici
di Amos Luzzatto

L'ultimo diario di un kapò di Auschwitz, di Zalmen Gradowski

 Tullia Zevi
Ingiustizia e riparazione

Tullia Zevi
Perchè Auschwitz?

Amos Luzzatto
Le ombre della storia: la Shoah

Domenico Losurdo
Il revisionismo storico

Luciano Canfora
La follia del tiranno


La vera storia di Walerjan Wröbel
per insegnare ai ragazzi l'importanza
della ricerca storica

Moratti, signora senza memoria

La mostra dei campi ReggioEmilia

Giorgio Perlasca,
l'uomo che sfidò Hitler

Auschwitz di Guccini

1938
Montale licenziato dal Viesseux

Approccio metodologico – didattico per l’insegnamento delle questioni relative ai razzismi di Laurana Lajolo

I bambini e l'orco

Olokaustos.org è il primo sito italiano che ha come argomento la storia dell'Olocausto dal 1933 al 1945.
Nasce dalla consapevolezza che ricordare serve a non far riaccadere.


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|