| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | |
ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA | | IL PORTO DEI RAGAZZI |

Santa Giulia
Museo della Città di Brescia

VINCENZO FOPPA
Un protagonista del Rinascimento


Il percorso artistico di Foppa, viene analizzato attraverso cinquanta opere, da quelle realizzate alla corte degli Sforza a quelle dell'esperienza ligure, arricchite da significativi confronti con lavori di altri autori suoi contemporanei, come Bramante, Donatello e Mantegna.
Viene altresì ricostruita l'atmosfera rinascimentale
tra Quattrocento e Cinquecento a brescia.

Foppa, la grande anima ligure di un protagonista del Rinascimento

3marzo - 2 giugno 2002

protagonista del Rinascimento

Brescia, Santa Giulia. Museo della Città.
via Musei 81/b

ORARIO
tutti i giorni 9-19
venerdì 9-22
lunedì chiuso al pubblico
(aperto dalle 9 alle 14 esclusivamente per le scolaresche)

L'esposizione, prima rassegna interamente dedicata all'artista, presenta al pubblico la ricca e complessa opera di Vincenzo Foppa, uno dei protagonisti del Rinascimento attivo con significativa fortuna tra la Lombardia e la Liguria nel secondo Quattrocento e all'inizio del Cinquecento.
   Basata su un'approfondita
indagine scientifica volta alla rilettura dell'intera attività di Foppa e impostata sul confronto dei dipinti del pittore con importanti opere di famosi artisti, l'esposizione è articolata in dieci sezioni che accolgono oltre centodieci opere d'arte..
   Un'introduzione dedicata a
Brescia alla metà del Quattrocento aiuta a chiarire il quadro degli esordi, ancora segnato da suggestioni tardogotiche.
 Le novità della personale adesione di Foppa al Rinascimento, intrisa di valori padani di verità e concretezza, emergono anche in relazione all'ambiente padovano, nel confronto tra le opere di
Foppa, Donatello e Mantegna, e alla luce dell' Incontro con il mondo nordico tra Genova e Milano.
Nella capitale lombarda,
Alla corte di Francesco Sforza ed in seguito agli Anni della Cappella Portinari, l'artista raggiunge un grande prestigio anche sociale e si dedica ad un'intensa attività. Dal 1468 Foppa opera su più fronti: tra Milano e Pavia con numerose committenze sforzesche, a Genova, impegnato a compiere le decorazioni del Duomo, fino a Brescia, per gli affreschi della Cappella Averoldi. Fondamentale in questo periodo è il rapporto intercorrente tra Foppa e la cultura filo-ferrarese in Lombardia, ma è il diretto confronto tra le opere di Foppa e Bramante a rivelare quanto influente sia stata per l'artista bresciano la personalità del pittore e architetto urbinate giunto in Lombardia fin dal 1477.
Segnata dalla committenza del Cardinale Giuliano della Rovere, il futuro papa Giulio II, è l'esperienza nella
Liguria, verso la fine del Quattrocento, dove l'artista realizza alcuni impegnativi capolavori.
La vecchiaia di Foppa vede infine il pittore confrontarsi con l'ascesa di Bramantino e Zenale e con il diffondersi del linguaggio leonardesco: le sue risposte, pur fedeli alle antiche ragioni del proprio linguaggio, non gli impediscono di fare ancora scuola, come dimostrano anche le inclinazioni del non più giovanissimo Civerchio.
   Simmetricamente all'apertura, la mostra si chiude con una sezione dedicata al
Lascito di Foppa nella Brescia del Cinquecento che documenta, attraverso le opere di Ferramola e Moretto, l'influenza esercitata dal pittore sulla produzione artistica della sua città natale. ( sito ufficiale)

Informazioni e prenotazioni
numero verde 800.762811

APPROFONDIMENTI: sito ufficiale della mostra

Prenotazioni on line

UFFICIO STAMPA
Antonella Lacchin, Villaggio Globale International srl
041/5904234 - 3494423193 - vglobint@tin.it
Lucia Crespi, Mara Vitali Comunicazioni per Skira
02/781221
arte@mavico.it


Ingresso:

Intero € 9,00


ridotto € 6,00 per:

  • gruppi di minimo 10 persone e massimo 25 persone; l'accompagnatore (a prescindere dalla dimensione del gruppo ) ha l'entrata omaggio

  • convenzionati (possessori del biglietto del Museo di Sant'Eustorgio di Milano o di mostre di Bresciamostre, iscritti a FAI, Amico Treno, Touring Club, Associazione A.B., A.C.I., E.T.S.I., A.C.L.I., A.R.C.I., possessori Civic card ASM, Dopolavoro comunale)

  • studenti universitari

ridotto € 5,00 per:

  • giovani di 16 anni di età o inferiore

  • anziani che hanno compiuto il 65° anno

  • militari con tesserino o in divisa

ridotto € 4,00
scolaresca con didattica per:

  • alunni di classi delle scuole elementari, medie inferiori e medie superiori con numero minimo di 10 scolari e massimo di 25; è incluso il servizio di visita tematica o laboratorio didattico

ridotto € 2,00 scolaresca
per:

  • alunni di classi delle scuole elementari, medie inferiori e medie superiori con numero minimo di dieci scolari e massimo di 25

omaggio

  • bambini al di sotto dei 5 anni

  • l'accompagnatore di ciascun gruppo

  • l'insegnante di ciascuna classe

  • l'accompagnatore di visitatore disabile che necessita di accompagnamento (il disabile entra pagando regolare biglietto)

  • persone indicate dalla Direzione Musei

  • Il biglietto d'ingresso alla mostra "Vincenzo Foppa. Un protagonista del Rinascimento" dà diritto all'ingresso con biglietto ridotto al Museo di Sant'Eustorgio per la visita alla Cappella Portinari, affrescata da Foppa.
    Il biglietto d'ingresso al Museo di Sant'Eustorgio dà diritto alla visita della mostra "Vincenzo Foppa. Un protagonista del Rinascimento" a Brescia, con la riduzione riconosciuta ai gruppi (€ 5,5).



| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|