BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA | | IL PORTO DEI RAGAZZI |


GABRIELE

Compagnia


Ti trovi solo senza compagnia,

come l' autunno una foglia caduta,

e nessuno ti guarda,

nessuno raccoglie le foglie d'autunno.

Sei nato d'inverno ed hai amato in estate,

perchè morire da soli in autunno?

La nebbia ti copre i paesaggi e

le case ti sembran rifugi troppo,

troppo lontani,

per le tue ossa ormai già stanche.

Perchè rincorrere con la mente le

compagnie passate ed i fiumi di vino,

di fumo e gli errori, forse troppi di

una realtà troppo vera che sai non

puoi più negare.

E perdi anche la fede, sei distante troppo,

da dio, ricordi là in montagna pensar all'

universo e all'orgoglio dell'uomo di

cristo, fango conosci nella civiltà dell'uomo!

Credevi, illusioni d' argilla, ci fosse gente,

la potevi plasmare e regalar loro coraggio

regalavi i tuoi sogni ad un inferno di umanità.

Amore, quanti amici conti ancora sulla tua mano destra?


31 agosto 1976 lele.


| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO |
LA POESIA DEL FARO|