BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA | | IL PORTO DEI RAGAZZI |

LA REPUBBLICA
CLAUDIA MORGOGLIONE
2 novembre 2001

Cresce in tutto il mondo la Harry Potter mania

Il film uscirà in Inghilterra, in prima mondiale, il 16 novembre. Ed è record nella prevendita dei biglietti
L'attesa spasmodica di pubblico e mass media. E in Italia i fan del piccolo mago dovranno aspettare il 7 dicembre


ROMA - Non c'è guerra che tenga, quando a mobilitarsi sono i bambini. E così, anche nel pieno di "Enduring Freedom", la Gran Bretagna - una delle due potenze coinvolte in prima linea nelle operazioni militari - sta vivendo una sorta di delirio collettivo, una febbre da maxievento, un'attesa spasmodica per qualcosa che succederà il prossimo 16 novembre. Giorno in cui migliaia e migliaia di persone faranno la fila, nelle sale di tutto il Paese, per assistere alle magiche avventure di un ragazzino con frangetta, occhialoni e cravatta a righe. Il suo nome? Harry Potter, naturalmente.

Già. Perché le peripezie del giovane mago, che hanno fatto la fortuna letteraria dell'autrice J.K. Rowling - oltre cento milioni di copie vendute in duecento paesi, traduzioni in oltre quaranta lingue - sono adesso diventate un film, attesissimo in tutto il mondo. Diretta da Chris Columbus, e prodotta dalla Warner Bros, la pellicola avrà la sua prima mondiale (il 16 novembre, appunto) in Inghilterra; ma già dopodomani, sempre nella capitale britannica, si terrà l'anteprima. Nel pieno di quella che i mass media hanno già battezzato, con un'espressione un po' abusata, la harrypottermania.

Eppure, mai come in questo caso, il luogo comune è vicino alla realtà. Per rendersene conto, basta guardare alle cifre: il film ha stracciato i record di prenotazione anticipata dei biglietti, finora detenuto, in Gran Bretagna, da "Episodio I - La minaccia fantasma". Nel caso di Harry Potter, una delle catene di cinema più importanti del Regno Unito, la Odeon, ha ricevuto, a oggi, 148 mila richieste; la Warner è oltre quota 90 mila, la Uci ha superato i 70 mila. E via elencando. A fronte di questo interesse, anche il numero di copie distribuite è da primato: circa mille, sul territorio nazionale.

Ma non ci sono solo i numeri, a svelare l'enormità del fenomeno Harry Potter. Da giorni, infatti, quotidiani, radio e televisioni sono saturi di servizi sull'uscita del film, mentre il viso pensoso del giovanissimo protagonista, Daniel Radcliffe, campeggia in tantissime copertine. Per non parlare del merchandising, da cui produttori e venditori si aspettano guadagni stellari.

In tutta questa febbre da attesa, quasi passa in secondo piano la curiosità sul valore cinematografico della pellicola, centrata sull'apprendistato del piccolo Harry alla scuola di magia di Hogwarts. L'opera, comunque, vanta un solido regista hollywoodiano, Columbus ("Mrs Doubtfire", "Nine months", "Mamma ho perso l'aereo") e un cast di bravi attori britannici, tra cui spiccano Maggie Smith, Ian Hart, Alan Rickman, John Cleese. Gli spettatori inglesi devono attendere ancora due settimane; quelli italiani, invece, fino al 7 dicembre, quando Harry Potter sarà distribuito nelle nostre sale.

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO |
LA POESIA DEL FARO|