| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | |
ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA | | IL PORTO DEI RAGAZZI |

Torino
Museo dell'Automobile

DONDE ESTA OESTERHELD?
Il fumetto argentino DESAPARECID


Dall'8 febbraio
al 7 aprile 2002

orari :
dal martedì al sabato
10.00-18.30
giovedì
10.00-22.00
domenica
10.00-20.30
lunedì chiuso

per raggiungere il museo



Informazioni:
Alberto Gedda,
tel. 335.60.88.460.

curatori
Pietro Alligo, Alberto Gedda, Bepi Vigna

Dedicata allo sceneggiatore di fumetto argentino
Hector German Oesterheld, desaparecido nel 1977,
la mostra coniuga arte, storia e valore civile in un momento in cui la democrazia e la libertà di espressione sembrano essere sempre più a rischio

E' un omaggio a Oesterheld come artista e come uomo e a quanti come lui negli anni settanta furono ridotti al silenzio dalla dittatura argentina.

Considerato uno dei principali sceneggiatori di fumetto Oesterheld ha lavorato con moltissimi disegnatori fra i quali Hugo Pratt, Juan Zanotto, Albetro Breccia, Arturo Del Castillo, Paul Campani, Carlos Roume e Francisco Solano Lopez con il quale Oesterheld realizzo' il suo racconto per immagini piu' famoso, la saga ''L'Eternauta''.

Autore molto prolifico, Oesterheld si espresse in tutti i generi: dal western al fantascientifico, dal noir al giallo, dal politico al comico. E forse fu proprio la sua capacita' di raccontare a renderlo ''pericoloso'' agli occhi della dittatura militare argentina che nel 1977, dopo aver ucciso le sue quattro figlie (di cui due incinte) e i suoi tre generi, lo fece scomparire. E.M.

[...]
La mostra si apre proprio con la ricostruzione della simbolica nevicata che caratterizza la saga de 'L'Eternauta', annuncio di un'epoca folle di dittature che nel fumetto arrivano dallo spazio, ma che nella realta' storica si generarono nel corpo del paese e si consumarono in quegli stadi rappresentati, con un terribile presagio, da Oesterheld e Solano Lopez.

Lungo un corridoio si snodano poi le due ''personali'' dedicate alle tavole realizzate da Oesterheld con Hugo Pratt e Juan Zanotto, e nello stesso spazio e' collocato un grande murales realizzato da vari disegnatori insieme ad un fumetto inedito scritto da Bepi Vigna e disegnato da Juan Zanotto ''Un fumetto per Hector''.

Altro imponente spazio e' la ''ricostruzione'' della celebre Plaza de Mayo ad opera dell'artista Araldo Cavallera che e' resa ancora piu' forte da una installazione che ricrea le voci, i rumori e i suoni della stessa Plaza de Mayo.

La vicenda artistica e umana di Hector German Oesterheld e' inoltre raccontata nel film ''HGO'' girato nel 1998 in Argentina da Victor Bailo e Daniel Stefanello: 148 minuti nei quali, attraverso interviste e documenti, si ricostruisce la straordinaria carriera dello sceneggiatore.

A margine della mostra, promossa dall'Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte e organizzata dalle Edizioni d'Arte ''Lo scarabeo'', sono previste degli eventi dedicati al tango argentino e la messa in scena dello spettacolo teatrale ''Piu' di mille giovedi'' tratto dal romanzo di Massimo Carlotto ''Le irregolari'' nell'allestimento della compagnia Assemblea Teatro.(ANSA). Y08 “
© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati



| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|