| BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | |
ARSENALE |
| L'OSTERIA | | LA GATTERIA | | IL PORTO DEI RAGAZZI |


Alberto Savinio alla Fondazione Mazzotta di Milano

Nel cinquantesimo anniversario della morte, la Fondazione Mazzotta di Milano dedica a Alberto Savinio (1891-1952),
un protagonista della cultura europea della prima meta' del Novecento, una grande mostra, allestita alla fino al 2 marzo.

Fino al 02 marzo 2003

Fondazione Mazzotta di Milano, foro Buonaparte, 5

La rassegna presenta circa 150 tra dipinti, disegni, bozzetti per scenografie ed opere grafiche provenienti da musei e collezioni private. E' cosi' documentata tutta l'attivita' di Alberto Savinio,

Si parte dai primi collages del 1925-26, fino ai bozzetti per le scene dell' opera 'Armida', realizzati nel 1952, ultima testimonianza della poliedrica attivita' di Savinio.

Tra la settantina di dipinti esposti, diversi sono presentati per la prima volta in pubblico, come 'Le boxeur' (1927), 'Nature morte blue' (1930), 'Ambizione' (1944).

La rassegna e' organizzata seguendo le principali tematiche sviluppate dall' artista, quali il motivo dell' infanzia e quello dei giocattoli, la riflessione sull' antico e la ricerca delle basi della cultura occidentale.

Particolare rilievo e' riservato al tema del conflitto tra razionalita' e irrazionalita', che in molte opere di Savinio da' luogo a metamorfosi e apparizioni surreali.

Una ricerca in cui trovavano spazio colori insoliti e segni sempre diversi, ora lievi e sfumati, ora netti e duri.

Sono presentati disegni per tappeti e stoffe, bozzetti per pitture murali degli anni Trenta, illustrazioni per libri, il mosaico del 1942 'Il sonno di Eva' con relativo cartone, e alcuni dipinti del 1949 destinati alla decorazione delle cabine di prima classe del transatlantico 'Il Conte Biancamano'.

Una sezione della mostra e' dedicata a un aspetto poco noto dell'attivita' dell' artista: quello che lo vide impegnato nelle arti decorative.

www.mazzotta.artv.it

Il vero nome di Savinio era Andrea Francesco De Chirico: era fratello minore di Giorgio De Chirico e negli ambienti artistici della loro epoca i due venivano chiamati 'I Dioscuri'.




| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|