| BIBLIOTECA | EDICOLA |TEATRO | CINEMA | IL MUSEO | Il BAR DI MOE | LA CASA DELLA MUSICA | LA CASA DELLE TERRE LONTANE |
|
LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | NOSTRI LUOGHI | ARSENALE | L'OSTERIA | IL PORTO DEI RAGAZZI | LA GATTERIA |



MUSICA

Formica kamikaze

Sabato 19 febbraio c'era la neve... Quasi la neve c'era...

C'era quasi la neve a un certo punto perché... a un certo punto erano tutti quasi comunisti!

E piovve! Allora governo ladro!

No... c'era la quasi la neve cari quasi compagni...

... grosso modo ...questo è il reportage che ho avuto la fortuna di intercettare tra un inviato da Marte e un marziano su Marte ... lui da Marte dice che vede degli aerei partire ogni giorno per una certa parte del mondo, per loro non ci sono segreti e lo sanno benissimo che presto Bush bombarderà la Siria e l'Iran... e se non tu sarà stato tuo fratello o tuo padre... un caccia è partito da una base occidentale con la scritta «ante sex menses male dixisti mihi»... e una pecorella era sul fianco disegnata...

aspetto così i dischi volanti

la luce azzurra

qualcuno che dica al signor Giustizia è Fatta che ci sono altre ragioni nel cuore degli uomini oltre i paraurti in tinta delle automobili e che la legge della forza spesso rende crudeli i vincitori in molti casi e indifendibili gli sconfitti nei restanti (casi) e sinceramente anche questi sono sulla sua coscienza... Signor Giustizia è Fatta... ma l'inviato da Marte ha scritto anche che sabato tra i quasi comunisti sotto la quasi neve c'erano tante famiglie tante persone colorate tante donne e tanti piedi a camminare

e l'acqua e l'aria si lasciavano attraversare e respirare

e il freddo era la solitudine di Giuliana da riscaldare

e le parole e le canzoni quello che il cuore può dare

quando il giorno si lascia morire... anche io ho cantato con quello che avevo dentro

una carezza volevo dare a lei e a Florence

le parole dell'Albatros di Baudelaire e la musica di Ferrè

la mia voce le nostre mani gelate e innamorate sugli strumenti...

questo abbiamo potuto...

il cronista marziano l'ha scritto...

l'ho letto...

me ne vergogno ma l'ho letto...

lo sanno tutti che il terzo segreto di Fatima suor Lucia se l'è dimenticato da piccolina d'altronde non deve essere stato facile tenere duro fino all'altro ieri...

ma come in un amore tradito alla fine è vero quello che credi più che quello che è .. e quindi forse il vero segreto è che Lucia il segreto se l'era dimenticato quasi subito e poi la fantasia galoppa e ora il cronista la notizia la collocherà sulle pagine rosa della Gazzetta Verde del pianeta Rosso...

a proposito non vorrai bombardarli vero George?

Il colore t'inquieta lo so... ma dipende dai gas che non troverai mai sul pianeta... oddio sei già partito a cercarli con la commissione fatta da tuo fratello tuo padre tuo nonno il tuo cane il tuo gatto il tuo avvocato (che nei film ci sta sempre bene...)

ma attento leggi prima qualche paginetta di enciclopedia...

loro possono sapere tutto con pericoloso anticipo!

... saresti una formica kamikaze!

e poi che direbbe papà?

Se leggi queste righe riesci a sorridere Giuliana?

Andrea Satta dei TÊTES DE BOIS – IL MANIFESTO – 22/02/2005



| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|