BIBLIOTECA | | EDICOLA | | TEATRO | | CINEMA | | IL MUSEO | | Il BAR DI MOE | | LA CASA DELLA MUSICA | | LA STANZA DELLE MANIFESTAZIONI | | | NOSTRI LUOGHI | | ARSENALE | | L'OSTERIA | | LA GATTERIA | | IL PORTO DEI RAGAZZI |

BIBLIOTECA

MARIO VARGAS LLOSA



INTERVISTE

SCRITTI

BIOGRAFIA

Il sito di VARGAS LLOSA

sito su VARGAS LLOSA

RECENSIONI

Scrittore, giornalista e politico, Mario Vargas Llosa è nato a arquipa (Perù) il 28 marzo 1936.
Studia a Lima e Madrid, passa molti anni a Parigi dove diventa amico di Sartre. Oggi abita a Londra.

Cresciuto in Bolivia fino ai 10 anni, dopo la riconciliazione dei genitori torna a vivere in Perù. Ma il rapporto col padre è conflittuale e il futuro scrittore finisce in un collegio militare. La letteratura diventa un'evasione che lo accompagnerà per tutti gli anni universitari.

A 19 anni sposa una zia acquisita di parecchi anni più vecchia di lui, con la quale poi si trasferirà a Parigi. Collobora con vari giornali e nel '63 scrive “La città e i cani”, che in Europa ottiene un successo enorme ma in Perù viene bruciato in piazza, perché considerato dissacrante.
Due anni dopo pubblica “la casa verde”, un altro romanzo destinato a essere tradotto in venti lingue. Come del resto la trentina di romanzi successivi, cui si aggiungono testi per il teatro e il cinema, saggi, articoli politici su giornali e riviste.

Ormai è lanciato sul mercato editoriale e viene insignito di svariati riconoscimenti tra cui il Premio nazionale del romanzo del Perù, il Premio Ritz Parigi Hemingway, il Premio Principe di asturias e molti altri.

In questi anni conosce Gabriel Garcia Marquez e si avvicina alla rivoluzione cubana, mantenendo però una posizione critica. Anche i suoi impegni pubblici si infittiscono, tiene conferenze nelle università di tutto il mondo e ottiene cariche importanti, tra cui quella di presidente del Pen Club International. Accetta anche la cattedra di Simon Bolivar all'Università di Cambridge dove tiene corsi di letteratura.

Malgrado risieda in europa, nel 1990 concorre alle elezioni presidenziali in Perù, ma viene sconfitto da Alberto Fujimori. Nel '96 è tra i fondatori della Fondazione Hispano Cubana che si propone di rafforzare e sviluppare i vincoli che da oltre cinque secoli legano i cubani agli spagnoli.

Dell'imponente produzione letteraria di Mario Vargas Llosa segnaliamo qui di seguito le opere tradotte in italiano:

La città e i cani (Rizzoli 1986, Einaudi 1998);
La casa verde (Einaudi,1991);
I cuccioli (Rizzoli,1996);
Conversazione nella Cattedrale (Einaudi, Rizzoli 1994);
Pantaleon e le visitatrici (Rizzoli,1987);
L'orgia perpetua. Flaubert e Madame Bovary (Rizzoli 1986);
La zia Julia e lo scribacchino (Einaudi 1994);
La guerra della fine del mondo (Einaudi 1992);
Storia di Mayta (Rizzoli 1988);
Chi ha ucciso Palomino Molero? (Rizzoli 1987);
La Chunga (Costa & Nolan 1987);
Il narratore ambulante (Rizzoli 1989);
Elogio della matrigna (Rizzoli 1990 e 1997);
La verità delle menzogne (Rizzoli 1992);
Il pesce nell'acqua (Rizzoli 1994);
Il caporale Lituma sulle Ande (Rizzoli 1995);
I quaderni di don Rigoberto (Einaudi 2000);
Lettere a un aspirante romanziere (Einaudi 2000);
La festa del caprone (Einaudi 2000).

Sta in : IL SECOLO XIX – 21/03/2002

| MOTORI DI RICERCA | UFFICIO INFORMAZIONI | LA POSTA | CHAT | SMS gratis | LINK TO LINK!
| LA CAPITANERIA DEL PORTO | Mailing List | Forum | Newsletter | Il libro degli ospiti | ARCHIVIO | LA POESIA DEL FARO|